La Roma sfida il Bayern di Guardiola. Olimpico gremito, previsti 65mila tifosi

Roma contro il Bayern all'Olimpico65mila tifosi, per un incasso record di quasi 3 milioni e mezzo di euro. Roma si mobilita per sostenere i ragazzi di Garcia, in campo questa sera, all’Olimpico, nella terza giornata del Gruppo E di Champions League, contro la corazzata tedesca del Bayern Monaco, che guida il raggruppamento a punteggio pieno con 6 punti, contro i 4 ottenuti fino ad oggi dai capitolini.
Una notte da Campioni (l’ultimo sold out nel 2009 contro l’Arsenal, ndr) per la Roma di Garcia che, dopo aver superato in scioltezza il Chievo in Serie A, affronta una delle squadre più forti di Europa e del Mondo.
Avversario è il Bayern Monaco, che guidato dall’ex Barca, Pep Guardiola, vola in campionato (6 a 0 al Werder Brema e primo posto con 20 punti, 4 di vantaggio sul Moenchengladbach) e comanda il proprio girone di Champions, grazie ai successi ottenuti contro Cska e City. Nel palmares dei tedeschi, oltre a 24 titoli nazionali, troviamo 5 Coppe dei Campioni/Champions, 2 Coppe Intercontinentali e 1 Mondiale per Club.
Uno squadrone, quello bavarese, che questa sera sfiderà la Roma per la terza volta nella storia giallorossa: nella coppa delle Coppe 1984/85 fu 2-1 per i bavaresi, nella Champions 2010/11 rivincita giallorossa per 3-2. Per quanto riguarda, invece, le “trasferte italiche” nelle Coppe dei tedeschi, registriamo 6 vittorie, 3 pareggi e 9 sconfitte nei 18 precedenti con i teutonici sempre a segno nelle ultime 11 (il digiuno risale addirittura al 2004, 0 a 1 a Torino contro la Juventus). La Roma, invece, non subisce gol in gare ufficiali, in casa, da 278 minuti (l’ultima rete al passivo porta la firma di Musa del Cska nella prima giornata di Champions, che si è svolta il 17 Settembre scorso).
Passando alle formazioni, l’ex del match, il marocchino Benatia, che sicuramente non riceverà un’accoglienza festosa, siederà probabilmente in panchina nei tedeschi, che si affideranno in attacco a Lewandowski con Gotze, Robben e Muller a supporto. Ribery, invece, ancora non al meglio, partirà dalla panchina.
Qualche dubbio ancora per Garcia che deve scegliere chi affiancare a Manolas nel duo centrale di difesa, Torosidis potrebbe essere scelto per frenare Robben mentre sull’altro lato c’è Maicon. L’altro dubbio è avanti, con Gervinho sicuramente al rientro dopo il turno di riposo col Chievo. Insieme a lui, capitan Totti e, probabilmente, Iturbe.
Arbitra il match lo svedese Jonas Eriksson, una garanzia per le italiane che, con lui, in Champions, non hanno mai perso. Nella fase a gironi dell’edizione 2010-2011 il fischietto scandinavo arbitrò la partita contro il Cluj vinta dai giallorossi 2-1.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*