La Roma passa a Firenze, Juve con il brivido. Napoli bloccato dal Chievo

Gerson e la Roma espugnano FirenzeGrande vittoria in Serie A per la Roma che con il risultato finale di 4 a 2 supera la Fiorentina al Franchi e piazza il record di 12 vittorie consecutive in trasferta (dai successi ottenuti nella parte finale dell’ultima stagione a quello conquistato ieri). Giallorossi a 27 punti, ma con la gara contro la Samp da recuperare. Vince, in rimonta, contro il Benevento (avanti clamorosamente con la firma di Ciciretti, ndr) la Juventus, e i bianconeri sono ora a -1 dal Napoli, stoppato sullo 0 a 0 dal Chievo allo stadio Bentegodi.
Con i goal del brasiliano Gerson (prima doppietta in Italia per lui), classe ’97 ex Fluminense, rigenerato dalla cura Di Francesco, e quelli di Manolas e Perotti, la Roma doma la Viola, in esterna, e conquista un’altra vittoria, fondamentale per lanciarsi a caccia delle zone alte della classifica, di Serie A, dove il Napoli frena bruscamente (0 a 0 a Verona con il Chievo) e l’Inter è costretta ad accontentarsi di un pari, peraltro ottenuto in rimonta, contro il Toro (reti di Falqué e Eder).
Il solito Higuain e l’insolito Cuadrado regalano, invece, alla Juventus, una sofferta ma fondamentale vittoria con il Benevento. Le “streghe” mettono paura alla corazzata bianconera, trovando il vantaggio per primi grazie alla firma di Amato Ciciretti su punizione (con la complicità di Szczesny, non efficace nel posizionamento della barriera, ndr). Nella ripresa, però, il risultato cambia radicalmente perchè la Signora ribalta e conquista i tre punti, volando a quota 31, a -1 dal Napoli capolista.
Altra vittoria importante del Cagliari, che batte 2 a 1 il Verona con goal vittoria di Faragò mentre Atalanta e Spal si spartiscono la posta in palio (1 a 1 il risultato finale, griffato dalle reti di Cristante e Rizzo). Rinviata, invece, la gara tra Lazio e Udinese, a causa del violento nubifragio abbattutosi sull’Olimpico.
Nel posticipo di Serie A, infine, risultato importante per il Milan e per Montella che, almeno per il momento, salva la panchina. Sono Romagnoli, di testa, e Suso, con un gran sinistro, a firmare il succcesso esterno del Diavolo, a spese di un Sassuolo, targato Bucchi, quartultimo con soli 8 punti.

Speak Your Mind

*