La Roma ospita la Fiorentina nel posticipo di Serie A. Spalletti sfida Sousa

Spalletti sfida Sousa Una vittoria (quella giallorossa) per continuare a sognare, un successo (quello viola) per restare in corsa per l’Europa. Questo e tanto altro è RomaFiorentina, posticipo della 23^ giornata di Serie A, un match che questa sera alle 20 e 45 promette gol e emozioni nella sfida tra gli allenatori “con la valigia” Spalletti e Sousa, entrambi in scadenza contrattuale e pronti a lasciare a fine stagione (il futuro del portoghese è già lontano da Firenze, quello del toscano è ancora da stabilire).
Grandi emozioni in arrivo tra Roma e Fiorentina con i giallorossi che, implacabili in casa (10 vittorie su 10 gare giocate, ndr) puntano dritto al traguardo dei tre punti per riprendersi il secondo posto, occupato dal Napoli, impossessatosi della piazza d’onore grazie al roboante 7 a 1 inflitto al Bologna. A caccia del successo, naturalmente, anche la Fiorentina, vittoriosa per 2 a 1 in rimonta contro il Pescara nel recupero di campionato, e trionfatrice, nella gara d’andata, contro i capitolini, fermati dopo una striscia di 7 successi e 1 pari nei precedenti 8 incroci in Serie A tra le due squadre.
78 i precedenti all’Olimpico, con 37 vittorie della Roma, ultima delle quali il 4 a 1 della passata stagione. 27, invece, i pareggi, che non si verificano dall’1-1 (deciso dalle reti di Tommasi e Toni) della stagione 2005/06. L’ultima vittoria toscana risale invece al 2 a 1 firmato Jovetic-Lazzari.
Non ci sarà, nella Roma, l’ex gigliato Salah, il grande assente deluso (per la sconfitta in rimonta subita dal suo Egitto cuperiano contro il Camerun nella finale di Coppa d’Africa, ndr) ma mancherà, nella Fiorentin, anche il bomber viola Kalinic, sofferente per un trauma contusivo al ginocchio destro.
Nel 3-4-2-1 di Spalletti ci sarà, quindi, spazio per Szczesny in porta, ManolasFazioRudiger in difesa. A centrocampo Peres, De Rossi, Strootman, Emerson, dietro a Dzeko punta centrale e assistito, ai suoi fianchi, da El Shaarawy e Nainggolan. Sousa risponderà con il 3-4-2-1 con Badelj, Vecino e Chiesa a centrocampo, Bernardeschi e Borja Valero sulle fasce alle spalle del senegalese Babacar, che sarà il terminale offensivo vista l’assenza del croato.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*