La provincia che non muore

Thereau stende l'Udinese in Coppa ItaliaChievo e Siena si giocheranno un posto tra le semifinaliste di Coppa Italia. I clivensi hanno eliminato i friulani (nella foto il match winner Thereau), mentre i senesi avevano, prima di Natale, buttato fuori il Palermo, finalista della passata edizione.
Nonostante scommessopoli sia sempre più in corso e nonostante una statistica di oggi vede il nostro campionato al settimo posto, il calcio nostrano ha ancora in serbo delle sorprese. La provincia, anche se certamente penalizzata in questa Coppa Italia, perchè gli incontri ad eliminazione diretta si giocano tutti in casa delle big, desidera comunicare che non è per nulla tagliata fuori, che è pronta a lottare per un posto tra le grandi.
Nel 1990 una provinciale vinse uno scudetto. Ma quella provinciale d’allora, oggi è di fatto una big, il Napoli che, nella serata di ieri, ha giocato in casa l’ottavo di finale di Coppa Italia contro un ostico Cesena, rimontato (era passato in vantaggio con Popescu) da Cavani e un rinato Pandev, autore del 2 a 1 che ha regalato i quarti ai partenopei.
L’Udinese infine non ha nessuna intenzione di smontare la baracca dalla zona altissima della classifica e spera che domenica Juve e Milan perdano terreno. Insomma, la provincia suona la carica; il calcio italiano non è un paese per sole ricche corazzate. (Luca Savarese)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*