La Juventus si prende la Decima. Lazio piegata ai supplementari da Matri

Chiellini alza la 10^ Coppa ItaliaLa Juventus di Max Allegri batte la Lazio 2 a 1 nei supplementari (rete decisiva di Matri, dopo l’1 a 1 dei regolamentari) e conquista la 10^ Coppa italia, secondo trofeo stagionale dopo lo Scudetto. 20 anni dopo l’ultimo trionfo (1994-95) i bianconeri tornano dunque ad alzare la Coppa Nazionale, mettono a segno il “double” e puntano ora ad un fantastico “Triplete”, che diventerà realtà in caso di successo, il prossimo 6 Giugno, nella finalissima di Champions di Berlino contro il Barcellona.
Onore alla Lazio, mai doma e battagliera fino alla fine. Al 4′ sono proprio i biancocelesti a passare in vantaggio con il colpo di testa di capitan Radu (Storari tocca la palla in tuffo ma non riesce a respingerla). Il pari bianconero, però, non si fa attendere e arriva all’11’: sponda di testa di Evra per Chiellini che al volo manda in porta. Primo gol stagionale per il difensore della Juventus e 1 a 1 nella finalissima.
Parolo sfiora il palo, su di una disattenzione difensiva di Pogba, poi Berisha è vicino a combinarla grossa, rinviando su Tevez, senza però pagare dazio. All’intervallo quindi è 1 a 1.
La finale riparte senza grandi scossoni. La pressione della Lazio cala ma la Juventus non cambia ritmo e diventa perciò prevedibile (Tevez in ombra, Llorente non la prende mai).
Girandola dei cambi: fuori Pogba e Llorente nei bianconeri, dentro Pereyra e Matri (ingresso che si rivelerà decisivo, ndr), mentre nella Lazio punta su Djordjevic, che sarà sfortunatissimo nei supplementari.
Infatti, dopo il gol annullato per offside millimetrico a Matri, si va all’extratime,per decidere chi alzerà la Coppa. E proprio Djordjevic, al 95′ sfodera un gran tiro dai 25 metri: la palla sbatte sui due pali per una sorta di carambola infernale e poi vola via. Che sfortuna.
Perchè poi, sul ribaltamento di fronte, al 96′, la Juventus piazza la zampata che porta a Torino la Decima. Matri conclude in area di rigore, tiro non irresistibile, ma Berisha non respinge adeguatamente e la Juventus vince la Coppa Italia. Doblete. E ora?

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*