La Juventus non si ferma. Sassuolo domato, il terzo scudetto di fila è ad un passo

La Juventus doma il SassuoloLa Juventus di Antonio Conte risponde ancora una volta presente alla Roma di Garcia e, con il 3 a 1 inflitto al Sassuolo nel posticipo della 35^ giornata di Serie A, si porta a 93 punti (superati i 91 punti della Juventus di Fabio Capello, stagione 2005/2006) e mette le mani sul terzo Scudetto consecutivo. Con un +8 sui capitolini a tre giornate dalla conclusione i bianconeri possono già chiudere i discorsi lunedì prossimo, in casa contro l’Atalanta, già salva da tempo (o se la Roma non coglie i tre punti a Catania nella giornata di domenica), per poi presentarsi già scudettati in casa dei giallorossi.
Il Sassuolo ci ha provato, mettendo in difficoltà la Juventus nei primi 20 minuti. Partenza falsa, quella dei bianconeri, che soffrono la vivacità e la voglia di punti della compagine emiliana. Che al 9′ passa sorprendentemente in vantaggio: contropiede fulmineo del Sassuolo con lo scatenato Sansone, Ogbonna va in tilt e Zaza, ricevuta palla, la scaraventa in rete, freddando Buffon sul primo palo (con deviazione importante dell’ex difensore del Toro).
La reazione della Juve, però, non si fa attendere e porta la firma, come sempre, dell’Apache Tevez. Dopo un destro finito sui cartelloni, il fuoriclasse argentino, innescato da Marchisio, sfodera un gran tiro dal limite dell’area, con la palla che, “sporcata” da Longhi, finisce in fondo al sacco. Nulla da fare per Pegolo, 19° gol stagionale in Serie A (21° in totale, ndr) per Carlitos.
I ragazzi di Di Francesco non mollano e, poco dopo aver subito il pari, sfiorano nuovamente il vantaggio. Ancora Zaza conclude a colpo sicuro, questa volta però Buffon c’è e con il paratone di giornata salva il parziale di 1 a 1, e manda tutti al riposo.
Nella ripresa tutto cambia. Dopo alcune potenziali occasioni non sfruttate da ambo le parti, Pirlo si accende e regala una palla telecomandata a Marchisio, tap-in volante in area e palla in buca d’angolo. Sassuolo disorientato, ancor di più quando dopo una clamorosa traversa colpita da Tevez, la Juventus colpisce ancora.
Assist di Lichtsteiner e tacco fantastico, in corsa, di Llorente, per il tris Juve. Torna anche Vidal in campo, e la festa bianconera è completa. In attesa di quella scudetto che, molto probabilmente, si scatenerà Lunedì allo Stadium torinese.

Speak Your Mind

*