La Juventus cade all’ultimo secondo e la Roma torna a pari punti. Inter di rigore, pari Milan

Antonini punisce la Juventus al 94'Dopo la vittoria del Sassuolo nell’anticipo della 9^ di Serie A, arriva il colpaccio del Genoa, al 94′, contro la Juventus, con la firma dell’ex Milan Antonini, e l’aggancio ai bianconeri a quota 22, al primo posto, da parte della Roma che, all’Olimpico, supera il Cesena con il duo firmato Destro-De Rossi. Vincono anche Inter e Fiorentina, pari per Milan e Napoli. Stasera la giornata si chiude al Bentegodi con la sfida tra il Verona e la Lazio che, in caso di successo, s’isserebbe da sola al terzo posto con 18 punti.
Cade, dunque, la Juve. I bianconeri di Allegri sfiorano più volte il gol a Marassi contro il Genoa, cogliendo due legni (con Llorente nel primo tempo e Ogbonna nella ripresa, ndr) e sbattendo contro un Perin super, ma poi al 94′, subiscono la clamorosa beffa. Assist di Matri per Antonini che spinge la palla in rete e per il Genoa di Preziosi è notte di festa.
La Juve esce battuta, per la prima volta in stagione in campionato e dopo un anno, e la Roma ringrazia. Destro con un tap-in vincente su assist di Gervinho e De Rossi sugli sviluppi di angolo mandano ko il Cesena e regalano l’aggancio capitolino ai bianconeri a 22 punti.
Seconda vittoria consecutiva, di rigore (allo scadere, trasformato da Icardi), per l’Inter che, in quest’occasione, si sbarazza della Sampdoria, infliggendo ai blucerchiati la prima sconfitta stagionale in Serie A. I ragazzi di Mihajlovic sono apparsi senza dubbio sotto tono rispetto alle precedenti esibizioni, ma hanno comunque sfiorato la rete con Okaka (traversa) ed Eder (miracoloso Handanovic) prima di cadere “dal dischetto”.
Tre punti anche per la Fiorentina, trascinata da un super Babacar. Il senegalese mette a segno una doppietta e, con i tris di Borja Valero, riporta in zona Europa la Viola, mandando ko l’Udinese di Stramaccioni, punita ancora una volta dalla Legge del Franchi dove i friulani non passano da 6 anni.
Pareggi, infine, per Milan e Napoli. I rossoneri di Pippo Inzaghi impattano 1 a 1 a Cagliari: nella serata della festa sarda per lo stadio ritrovato Ibarbo prova a esorcizzare il Diavolo ma ci pensa Jack Bonaventura, con una prodezza balistica, a rispondere prontamente. Nella ripresa occasioni importanti per l’undici di Zeman con l’incrocio dei pali colpito da Conti su punizione e il tentativo di Farias, respinto ottimamente da Abbiati.
Il Napoli, infine, va sotto a Bergamo, contro l’Atalanta, sempre “per colpa” dell’ex Denis, che punisce ancora una volta i partenopei siglando la sua prima rete stagionale in Serie A. Callejon, appostato sulla linea di porta, spreca una chance colossale calciando sopra la traversa, poi è Higuain in torsione a fare 1 a 1. Sempre il pipita ha dal dischetto l’occasione del successo ma si fa ipnotizzare da Sportiello che para il suo primo rigore nella massima serie e salva l’Atalanta.

RISULTATI E MARCATORI 9^ GIORNATA DI SERIE A:
Martedì 28 settembre
Sassuolo-Empoli 3-1 (18′ Croce (E), 56′ Missiroli (S), 61′ Floccari (S), 73′ Berardi (S))

Mercoledì 29 settembre
Atalanta-Napoli 1-1 (57′ Denis (A), 86′ Higuaín (N))
Cagliari-Milan 1-1 (24′ Ibarbo (C), 34′ Bonaventura (M))
Fiorentina-Udinese 3-0 (44′ Babacar, 70′ Babacar, 80′ Borja Valero)
Genoa-Juventus 1-0 (90’+4 Antonini)
Inter-Sampdoria 1-0 (90′ rig. Icardi)
Palermo-ChievoVerona 1-0 (81′ Rigoni)
Roma-Cesena 2-0 (8′ Destro, 81′ De Rossi)
Torino-Parma 1-0 (10′ Darmian)

Giovedì 30 settembre
Hellas Verona-Lazio ore 20:45

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

11total visits,1visits today

Speak Your Mind

*