La Juventus B non risparmia il Napoli. Per gli azzurri Champions lontanissima

La Juventus B manda ko il NapoliLa Juventus B fa festa, il Napoli rimedia una sconfitta brutta contro le riserve bianconere e ora vede complicarsi nettamente i piani Champions. 3 a 1 il finale allo Stadium con l’undici di Allegri che festeggia la 10^ Coppa Italia mentre un Napoli brutto e nervoso (nel finale espulso Britos per una testata a Morata, ndr) finisce ko e ora puntare le ultime fiches come al Vegas Casino Francais sulla Roma vincente al derby per poi provare a battere la Lazio nell’ultima giornata di Serie A e strapparle il posto in virtù degli scontri diretti.
Nel giorno del dentro o fuori, contro la Juve B, il Napoli è dunque mancato nuovamente, dimostrando la fragilità in trasferta dove ha rimediato ieri pomeriggio la sesta sconfitta sulle ultime 8 gare giocate lontano dal San Paolo. Come all’andata, la squadra bianconera batte 3 a 1 gli azzurri, sfruttando le lacune difensive della compagine allenata da Rafa Benitez.
Napoli bene all’inizio, con alcune occasioni neutralizzate da Buffon, poi Coman inventa per Pereyra che, dimenticato dalla retroguardia azzurra, supera agevolmente Andujar.
Il Napoli prova a reagire ma lo fa con scarsi risultati. Ci pensa Asamoah a regalare la chance agli avversari: il ghanese tocca con il polso il filtrante in area di Mertens. E’ calcio di rigore, battuto da Insigne, parato da Buffon, e ribadito da David Lopez per l’1 a 1 azzurro.
Ancora Napoli con Lopez e il neoentrato Hamsik, ma il portierone bianconero è reattivo e sia sul tiro dello spagnolo che sul colpo di testa dello slovacco risponde presente.
Al 77′, però, la Juventus passa. Morata serve Sturaro che, con una giravolta, si libera di Albiol per poi battere Andujar grazie ad un sinistro all’incrocio dei pali. 2 a 1 e Napoli costretto a rincorrere per non veder allontanare sempre di più la zona Champions.
Così dapprima Lopez (tocco di spalla fuori di un niente, sull’uscita a vuoto di Buffon) e Gabbiadini poi (conclusione da pochi passi, respinta miracolosamente dal portiere bianconero) vanno vicini al punto del 2 a 2.
Invece, arriva la sciocchezza di Britos, che nervosissimo, rifila una testata folle in area a Morata (rosso inevitabile per lui) mentre per la Juventus è calcio di rigore. E dopo 3 anni Pepe riassapora la gioia del gol. 3 a 1 Juve, ennesima soddisfazione per i ragazzi di Allegri, mentre il Napoli e Benitez sono sempre più lontani dalla strada che porta alla Champions.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

2total visits,1visits today

Speak Your Mind

*