La Juve parte bene, Tevez torna a segnare in Champions. Real a valanga, a segno Immobile e Balotelli

Doppio Tevez e la Juventus piega il MalmoeParte con il piede giusto l’avventura stagionale in Champions League della Juventus di Allegri. I bianconeri superano 2 a 0 il Malmoe, e ad essere decisivo, ancora una volta, è Carlitos Tevez che con una doppietta stende i debuttanti svedesi e torna a segnare in Europa (l’ultimo lo aveva realizzato il 7 Aprile 2009 in Manchester United-Porto 2-2, ndr), festeggiando con la Robot-Dance voluta dalla propria figlioletta.
Tre punti per i bianconeri, nel Gruppo A, ma anche per i greci dell’Olympiakos che fanno valere la forza del Karaiskákis e, con il 3 a 2, mandano al tappeto i campioni di Spagna e vice-campioni d’Europa dell’Atletico Madrid di Diego Pablo Simeone.
Masuaku firma l’1 a 0, con una bella staffilata, Afellay approfitta di un pasticcio dei madrileni per realizzare il raddoppio. Mandzukic suona la carica per gli spagnoli, ma Mitroglou, tornato alla base, dopo il prestito al Fulham, porta l’Olympiakos sul 3 a 1. Griezmann lenisce la sconfitta con il 3 a 2, sugli sviluppi di una bella iniziativa prodotta dall’ex granata, Alessio Cerci.
Nel Gruppo B di Champions, invece, i campioni in carica del Real strapazzano 5 a 1 il Basilea, al Bernabeu. Autogol di Suchy per l’1 a 0 dei galattici, che poi infieriscono con Bale (sombrero sul portiere svizzero in corsa e poi tap-in a porta vuota, ndr), Ronaldo (al suo 68° centro in Europa, -3 dal re della classifica, Raul Gonzales Blanco, campionissimo proprio della compagine madrilena), e James Rodriguez, capocannoniere dei recenti mondiali in Brasile.
Il giovane e talentuoso ’94 Gonzalez, paraguayano, accorcia le distanze per il Basilea che sfiora ancora il gol in apertura di ripresa (miracolo di Casillas, ndr) ma poi cade ancora, con Benzema a segno nel 5 a 1 finale.
Real in vetta nel Gruppo B, insieme al Liverpool, che con Balotelli e Gerrard su rigore, manda al tappeto un Ludogorets che prima pareggia con Abalo, gelando la Kop, poi si fa male da solo. Borjan, tesserato quattro giorni fa dai bulgari, al 93′ sbaglia il controllo, atterra Manquillo e regala al capitqano dei Reds il rigore del 2-1.
Passiamo dunque al raggruppamento C dove il Benfica crolla in casa contro lo Zenit. 0 a 2 il punteggio per i russi che passano in vantaggio con Hulk, poi godono dell’uomo in più per l’espulsione del portiere lusitano Artur, e con Witsel ne approfittano subito per chiudere la sfida. Insieme alla formazione di San Pietroburgo, in vetta al girone c’è il Monaco che, di misura, con Joao Moutinho, regala un'”aspirina” al Leverkusen.
Infine, il Gruppo D di Champions, che registra un altro gol di un italiano, Ciro Immobile. Il napoletano, ex Toro, si concede la prima gioia tedesca contro l’Arsenal con una volata di 60 metri e destro ad incrociare di chirurgica precisione. Aubameyang ribadisce il concetto, con il 2 a 0 che regala un dispiacere ai Gunners.
Finisce 1 a 1 invece l’altra sfida, tra i turchi del Galatasaray, di Cesare Prandelli, e i belgi dell’Anderlecht. Proprio gli ospiti passano in vantaggio, con Praet, ci pensa Burak Yilmaz a rimettere le cose apposto con la rete dell’1 a 1.

CHAMPIONS LEAGUE (GIR. A-D), RISULTATI E MARCATORI:
Juventus-Malmoe: 2-0 (2 Tevez)
Olympiacos-Atletico Madrid: 3-2 (Masuaku, Afellay, Mandzukic, Mitroglou, Griezmann)
Liverpool-Ludogorets: 2-1 (Balotelli, Abalo, Gerrard rig.)
Real Madrid-Basilea: 5-1 (aut. Suchy, Bale, Ronaldo, J.Rodriguez, Gonzalez, Benzema)
Benfica-Zenit: 0-2 (Hulk, Witsel)
Monaco-Bayer Leverkusen: 1-0 (J. Moutinho)
Borussia Dortmund-Arsenal: 2-0 (Immobile, Aubameyang)
Galatasaray-Anderlecht: 1-1 (Praet, Yilmaz)

Speak Your Mind

*