La Fiorentina fa Viola l’Inter. 4 a 1 a San Siro, tripletta per Kalinic

Kalinic super, Inter travolta dalla FiorentinaNotte da incubo, a San Siro, per l’Inter di Mancini, travolta per 4 a 1 dalla Fiorentina di Paulo Sousa nel posticipo domenica di Serie A. Prima sconfitta per i nerazzurri dopo 5 successi consecutivi, esame fallito per i ragazzi di Mancini contro i toscani, trascinati dal successo da un Kalinic devastante e autore di una tripletta.
Mezzora e ti distruggo la capolista. Non è il titolo di un film ma si abbina alla perfezione a quanto accaduto nella prima parte del match andato in scena ieri sera e nel quale la protagonista è stata una scatenata Fiorentina che, in 30 giri di lancette, si prende San Siro, affianca i nerazzurri in testa, e compatta il campionato.
Primo (pesante) ko per un’Inter troppo brutta per essere vera, con la papera di Handanovic (e rigore di Ilicic per l’uno a zero della formazione toscana, ndr) e la serata di grazia di Kalinic, il croato arrivato dal freddo di Dnipro e già protagonista con la società di Andrea Della Valle. Fiorentina fantasticamente solida, con Badelj calato alla perfezione nel ruolo di play e Marco Alonso straripante, oltre ad una difesa impenetrabile o quasi, protetta alla grande da Roncaglia e Gonzalo Rodriguez.
Passando al campo, dopo 23 minuti i viola sono già 3-0, dopo 31 sono in 11 contro 10 (Miranda ferma Kalinic, lanciato a rete, inevitabile il rosso, ndr) e la sfida è già in archivio. Ma come è andata nei fatti? Minuto 4: il retropassaggio di Medel è comodo, Handanovic sbaglia il controllo e travolge Kalinic. Rigore netto, giallo al portiere nerazzurro e dal dischetto Ilicic non sbaglia. Poco dopo, sempre su iniziativa di Ilicic, che conclude dalla distanza, Il portiere dell’Inter para come può alzando la palla con una parabola, ma la stessa ricade nei pressi della linea di porta dove arriva Kalinic per il più facile dei tap-in. Un gol preso in 450’, 2 in 18’ nella sfida con la Viola.
La notte da incubo, però, non è finita. Kalinic non è sazio e così al 23 mette dentro un palla servita con perfezione da Alonso: InterFiorentina 0-3. Poco dopo, come detto, a peggiorare la situazione arriva il rosso a Miranda. Al riposo è 3 a 0 per l’undici di Sousa, e l’Inter dovrà provare la remuntada in dieci uomini.
Remuntada che, questa volta, non arriva. Se non altro l’Inter conferma la legge “una occasione un gol”: in una serata da dimenticare, testa di Icardi su punizione di Telles: palo e Maurito ribadisce in rete per l’1 a 3 che lenisce solo parzialmente l’amarezza per la sconfitta.
Kalinic fa 4 a 1, segna il suo terzo centro nel match e si porta a casa il pallone. Mentre la Fiorentina porta in terra toscana una vittoria meritata e solida, conquistata con una prestazione importante contro un’avversaria che sognava l’allungo in classifica in Serie A. Appunto, sognava.

RISULTATI E MARCATORI 6^ GIORNATA DI SERIE A

Roma – Carpi: FINALE 5 – 1 Marcatori: 14′ p.t. Manolas (R); 28′ p.t. Pjanic (R); 31′ p.t. Gervinho (R); 34′ p.t. Borriello (C); 6′ s.t. Salah (R); 23′ s.t. Digne (R)
Napoli – Juventus: FINALE 2 – 1 Marcatori: 25′ p. t. Insigne (N), 16′ s.t. Higuain (N), 17′ s.t. Lemina (J)
Genoa – Milan: FINALE 1 – 0 Marcatore: 10′ p.t. Dzemaili (G)
Bologna – Udinese: FINALE 1 – 2 Marcatori: 31′ p.t. Mounier (B), 16′ s.t. Agyemang Badu (U), 41′ s.t. Zapata (U)
Sassuolo – Chievo: FINALE 1 – 1 Marcatori: 4′ p.t. Defrel (S), 24′ p.t. Paloschi (C)
Torino – Palermo: FINALE 2 – 1 Marcatori: 44′ p.t. autogol di Gonzalez (T), 2′ s.t. Benassi (T), 26′ s.t. Gozalez (P).
Verona – Lazio: FINALE 1 – 2 Marcatori: 33′ p.t. Helander (V), 18′ Biglia (L) su rigore, 41′ s.t. Parolo (L).
Inter – Fiorentina: FINALE 1 – 4 Marcatori: 4′ p.t. Ilicic (F) su rigore, 18′ p.t. Kalinic (F), 22′ p.t. Kalinic (F), 15′ s.t. Icardi (I), 31′ s.t. Kalinic (F).
Frosinone – Empoli: 28/09/2015 alle 19
Atalanta – Sampdoria: 28/09/2015 alle 21

Speak Your Mind

*