Juventus nella tana dell’Olympiakos. I greci puntano sul fortino Karaiskákis

Allegri e la Juventus in casa dell'OlympiakosDopo la disfatta della Roma, travolta in casa dal Bayern, tocca alla Juventus, impegnata questa sera nel Pireo, contro l’Olympiakos (diretta su Canale 5 alle 20 e 45), rialzare il vessillo itallano in Champions League. Nella terza giornata del Gruppo A i bianconeri cercano punti importanti in Grecia dove, nei quattro precedenti, non hanno mai perso (2 vittorie e due pareggi: 0-0, nella Coppa dei Campioni 1967/68; 1-1, nella Champions 1998/99, 3-1, nella Coppa Uefa 1999/00; 2-1, nella Champions 2003/04).
L’Olympiakos non ha mai vinto nei 4 precedenti contro i bianconeri ma, in casa, al Karaiskákis, può vantare delle cifre importanti. 4, infatti, le vittorie consecutive nelle Coppe per i greci nel proprio bollente “catino” (l’ultima squadra che ha strappato punti al Karaiskakis è stato il PSG, vittorioso 4-1 il 17 settembre 2013, in Champions). In caso di successo, questa sera, contro i ragazzi di Allegri, l’Olympiakos eguaglierà il record di (cinque) successi, stabilito tra agosto e dicembre 2009.
La Juve da trasferta, nelle Coppe, però, va maluccio. Tre i ko consecutivi, l’ultimo risultato utile risale al 17 Settembre 2013, quando i bianconeri impattarono 1 a 1 a Copenaghen. Anche in fatto di reti non va meglio, infatti la compagine torinese non segna fuori casa in Champions da 248 minuti: ultimo gol di Llorente al 22′ di Real Madrid-Juve 2-1, del 23 ottobre 2013.
Passando alle probabili formazioni, proprio Llorente dovrebbe, ancora una volta, affiancare l’Apache Tevez in attacco, nel 3-5-2 disegnato da Allegri per la sfida di questa sera. Sempre out Barzagli e Caceres, saranno Ogbonna Bonucci e Chiellini i tre di difesa, con Lichtsteiner e Asamoah a spingere sulle fasce. In mezzo, invece, Pogba, Marchisio e Vidal con Pirlo a riposo.
Michel, invece, si affida a Mitroglou e Dominguez in attacco, con l’ex blaugrana Afellay pronto a inventare, mentre sarà l’ex Palermo, Kasami, svizzero di origini macedone, l’uomo designato per costruire il gioco dei greci.
Olympiakos-Juve sarà diretta da una “squadra” serba. L’arbitro sarà Milorad Mazic, che ai Mondiali ha diretto due gare (GermaniaPortogallo e ArgentinaIran). Come assistenti i connazionali Milovani Ristic e Dalibor Djurdjevic, il quarto uomo sarà Dejan Petrovic, infine gli arbitri d’area saranno Danilo Grujic e Dejan Filipovic.

Le probabili formazioni di Olympiakos-Juventus (3^ giornata, Gruppo A):
OLYMPIAKOS (4-4-2): Roberto; Masuaku, Abidal, Botia, Elabdellaoui, Afellay, Milivojevic, Kasami, Maniatis, Dominguez, Mitroglou. All.: Míchel

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Ogbonna, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Pogba, Marchisio, Vidal, Asamoah, Llorente, Tevez. All.: Allegri

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*