Juve in semifinale tra le proteste del Toro. Irregolare il gol del 2 a 0 concesso con la Var

Doveri allontana Mihjlovic

(Photo by Filippo Alfero – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Tante proteste e un gol irregolare, convalidato (sbagliando) da Doveri con la Var, ma la Juventus, comunque con merito per aver dominato la stracittadina, vince con il risultato di 2 a 0 e vola in semifinale di Coppa Italia contro l’Atalanta. A segno per i bianconeri Douglas Costa e Mandzukic.
Allo Stadium accade di tutto. Gol, spettacolo, ma anche tante proteste, soprattutto da parte dei granata. Fanno festa i ragazzi di Allegri, che brindano al passaggio del turno, facendo loro ancora una volta il derby della Mole, grida la propria rabbia invece il Toro di un Mihajlovic furioso (dapprima allontanato dall’arbitro romano e poi “cacciato” da Cairo nella notte, con Mazzarri in pole position per la sua successione, ndr) per quanto accaduto nell’occasione del raddoppio di Mandzukic.
Ma andiamo con ordine e partiamo dall’avvio pazzesco di una Juventus, che impone subito ritmi frenetici al match, costringendo la squadra di Mihajlovic sulla difensiva. L’undici di Allegri prova subito a dare una scossa alla gara, ma la prima chance, propiziata dall’errore di Sturaro, è per i granata, con Berenguer che si fa trovare pronto all’appuntamento per poi sprecare tutto, però, con una conclusione sballata.
La partita vive di strappi e quello del quarto d’ora è già decisivo. Douglas Costa  approfitta alla grande di un batti e ribatti in area e poi scaglia un mancino violento e preciso. Palla all’incrocio dei pali e Juventus in vantaggio.
Il Toro non ci sta e prova subito a reagire. Niang raggiunge un rilancio lungo di MilinkovicSavic, si defila sulla sinistra, calcia di mancino ma coglie il palo alla sinistra di Szczesny. Occasionissima per il francese, che avrebbe meritato miglior sorte. La chance, però, non scuote definitivamente il Toro e così al 28′ è la Juventus a rendersi nuovamente pericolosa. Con Dybala, la cui conclusione viene respinta alla grande da MilinkovicSavic. A fine frazione è 1 a 0 Juventus.
La ripresa inizia come si era chiuso il primo tempo: la Juve spinge, il Toro fatica e rischia sul cross di Lichtsteiner (inserito da Allegri al posto di Sturaro) che raggiunge Mandzukic il quale sfiora la traversa. Al 13′ poi altra chance colossale per il raddoppio bianconero, con tocco da due passi di Matuidi, salvato in angolo da De Silvestri.
Arriviamo così al 20′, al “fattaccio” che ha fatto infuriare Mihajlovic e il Toro. Doveri, infatti, convalida il raddoppio di Mandzukic, con l’intervento della Var, sbagliando però la valutazione sul contrasto Khedira-Acquah (il tedesco, infatti, entra in maniera fallosa sul ghanese, pertanto il goal di Mandzukic, poi realizzato nel prosieguo dell’azione, andava annullato). Mihajlovic viene allontanato, il Toro si arrabbia e prova ad assaltare il fortino bianconero alla fine è 2 a 0 Juventus, padrona ancora una volta – anche se tra le polemiche – del derby.

Speak Your Mind

*