Juve e Roma a valanga, Inter corsara. Il Genoa stoppa il Napoli

Dzeko doppietta, poker Roma al CrotoneRoma e Juve di valanga, nella quinta di Serie A, bene anche l’Inter, solo un pari a reti bianche invece per il Napoli, stoppato dal Genoa a Marassi. Quindi, in testa alla classifica c’è il pronto ribaltone, con la corazzata di Max Allegri che torna prima a 12 punti, secondi gli azzurri a 11, terzo posto a 10 per Roma, Inter e Chievo, vittorioso per 2 a 1 contro il Sassuolo al Bentegodi.
Un solido 4 a 0 regala alla Juventus la vittoria contro il Cagliari, allo Stadium, e la testa della graduatoria, ai danni del Napoli. I bianconeri strapazzano la squadra isolana con un poker firmato dalle reti di Rugani, Higuain, Dani Alves e l’autogol di Ceppitelli dopo il primo tentativo di Lemina che, tra i migliori, festeggia polemicamente, togliendosi qualche sassolino dalle scarpe. Nel week end i campioni d’Italia andranno a Palermo, per cercare di confermare il primato anche se i siciliani appaiono rinfrancati dalla cura De Zerbi, visto il positivo blitz di Bergamo, arrivato allo scadere con la firma del macedone Nestorovski.
Tutto facile anche per la Roma di Francesco Totti. Guidata dal capitano, in campo dall’inizio alla soglia dei 40, i giallorossi dimenticano immediatamente il flop di Firenze grazie al perentorio successo conquistato contro il Crotone. 4 reti totali a 0, 2 quelle realizzate da Edin Dzeko, e tanti ringraziamenti al capitano giallorosso, capace di disegnare un altro assist da antologia per il bosniaco.
Totti decisivo nella Roma, Icardi invece nell’Inter. L’argentino affonda l’Empoli con una doppietta (6 gol in 5 gare e vetta dei capocannioneri in Serie A, ndr) e regala al team di Frank De Boer la terza vittoria consecutiva. Difesa sempre più solida, con il tandem MurilloMiranda che sembra tornato quello della passata stagione, e prova autorevole di Joao Mario in cabina di regia. Insomma, l’Inter c’è.
Chi non c’è stato, almeno in fatto di marcature, è stato il Napoli, il quale è andato a sbattere sul muro genoano di Marassi. Ci hanno pensato Perin e alcune sviste arbitrale di Damato (trattenuta su Milik in area non sanzionata e controllo di mano di Ocampos non visto, in area di rigore ligure, ndr) a rallentare la squadra di Sarri, apparsa tonica e meritevole di qualcosa in più del punto acquisito alla fine del match.
Sabato sera, al San Paolo, l’avversario sarà il Chievo di Maran. Squadra, quella clivense, che gioca bene e che, con novanta minuti importanti, ha domato ieri sera il Sassuolo, scavalcandolo in classifica. Un gran tiro di Rigoni, deviato, regala il vantaggio alla formazione veronese. Defrel impatta per i neroverdi di Di Francesco, ma è Castro, con un colpo di testa, a scatenare la festa del Chievo, terzo a 10 punti, nella classifica di Serie A, insieme a Roma e Inter.

Il programma completo della quinta giornata di Serie A:
Milan – Lazio 2 – 0 Marcatori: 37′ p.t. Bacca (M), 29′ s.t. Niang (M) su rigore
Bologna – Sampdoria 2 – 0 Marcatori: 45′ p.t. Verdi (B), 5′ s.t. Destro (B)
Juventus – Cagliari 4 – 0 Marcatori: 14′ p.t. Rugani (J), 34′ p.t. Higuain (J), 40′ p.t. Dani Alves (J), 39′ s.t. autogol di Ceppitelli (J)
Empoli – Inter 0 – 2 Marcatori: 10′ p.t. Icardi (I), 17′ p.t. Icardi (I)
Udinese – Fiorentina 2 – 2 Marcatori: 26′ p.t. Zapata (U), 30′ p.t. Babacar (F), 46′ p.t. Danilo (U), 7′ s.t. Bernardeschi (F) su rigore
Roma – Crotone 4 – 0 Marcatori: 26′ p.t. El Shaarawy (R), 37′ p.t. Salah (R), 4′ s.t. Dzeko (R), 13′ s.t. Dzeko (R). Al 15′ s.t. Palladino (C) ha sbagliato un rigore
Genoa – Napoli 0 – 0
Chievo – Sassuolo 2 – 1 Marcatori: 21′ p.t. Rigoni (C), 28′ p.t. Defrel (S), 41′ p.t. Castro (C)
Atalanta – Palermo 0 – 1 Marcatori: 44′ s.t. Nestorovski (P)
Pescara – Torino 0 – 0 Al 45′ p.t. espulso Acquah (T). Al 33′ s.t. espulso Vives (T)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*