Italia-Serbia, Prandelli lancia la coppia Pazzini-Borriello

Dopo lo scialbo zero a zero di Belfast, contro l’Irlanda del Nord, l’Italia di Prandelli è attesa da un’altra sfida (la quarta) valida per le qualificazioni a Euro 2012. Domani sera, allo stadio Luigi Ferraris di Genova, gli azzurri sfideranno la Serbia, maltrattata in casa dall’Estonia per 3 a 1 e desiderosa di riscatto. L’arbitro della contesa sarà lo scozzese Thomson.
Prandelli non si fida della Serbia, gruppo che da sempre non conosce vie di mezzo e ci ha abituato a grandi imprese e a performances deludenti (come appunto la brutta batosta rimediata contro gli estoni), e predica attenzione e grande concentrazione. Una vittoria, contro la formazione di Antic, potrebbe consentire all’Italia di volare a quota dieci e di ipotecare, in sostanza, la qualificazione alla fase finale del campionato europeo.
Continua la girandola di attaccanti. PepeBorrielloCassano non ha convinto, e allora si cambia di nuovo. Prandelli, infatti, è orientato a provare il 4-3-1-2, nel quale Cassano sarà il trequartista alle spalle della coppia BorrielloPazzini, duo d’attacco incaricato di risolvere il problema del goal che attanaglia il gruppo azzurro.
Probabile anche qualche cambio in difesa, con Zambrotta provato dal Ct bresciano al posto di Cassani, e il blucerchiato Gastaldello in luogo di Bonucci, affaticato ma comunque recuperato e a disposizione. Centrocampo confermato in blocco, invece, con Pirlo che sarà come sempre il regista e faro della nazionale, mentre De Rossi e Mauri saranno gli interni.
Ecco la probabile formazione azzurra:
ITALIA (4-3-1-2): Viviano, Zambrotta, Gastaldello, Chiellini, Criscito; De Rossi, Pirlo, Mauri; Cassano; Borriello Pazzini. All.: Prandelli.

Speak Your Mind

*