Inter padrona del derby. Milito show, infranto il sogno scudetto del Milan

Milito manda ko il Milan, derby all'Inter di StramaccioniUno spettacolare derby milanese, vinto con merito dall’Inter sul Milan per 4 a 2, in uno dei due posticipi della 37/a giornata di Serie A. grazie allo show di Milito, tripletta, e al poker finale di Maicon, regala ancora speranze di Champions (terzo posto, via preliminari) ai nerazzurri, che ancora posso sperare di raggiungere l’Udinese, distante tre lunghezze.
S’infrange, invece, definitivamente, il sogno scudetto dei rossoneri che, nonostante un Ibra super (doppietta e 28 goals totali) abdicano in favore della Juventus di Conte, vittoriosa a Trieste contro il Cagliari per 2 a 0 (Vucinic-Borriello) e di nuovo Campione d’Italia da imbattuta (37 risultati utili consecutivi) dopo due settimi posti rimediati nelle ultime stagioni.
E’ stata una gara entusiasmante, una delle stracittadine più belle degli ultimi anni. Due volte è stato ribaltato il risultato, bellissimi i goals di Ibrahimovic, del momentaneo 2 a 1 milanista, e di Maicon, del definitivo 4 a2 interista, parecchie invece le valutazioni errate di un disastroso Rizzoli (rigore inesistente, dell’1 a 1, al Milan a fine primo tempo, dopo il gol fantasma di Cambiasso non convalidato).
Reazione d’orgoglio del Milan di Allegri che va sotto (tap-in da distanza ravvicinata di Milito), impatta a fine primo tempo con il penalty “generoso” dell’arbitro bolognese, trasformato da Ibrahimovic (dopo una scenetta esilarante con Julio Cesar), passa in vantaggio ad inizio ripresa ancora con lo svedese (tocco sotto sul portiere nerazzurro in uscita) ma poi crolla sotto i colpi di un Milito devastante (tripletta e 23 stagionali in Serie A) e del siluro di Maicon. Finisce 4-2, tra i festeggiamenti del pubblico interista, che ha voglia ancora di credere nella Champions (serve la sconfitta dell’Udinese a Catania e il successo nerazzurro contro la Lazio) e la disperazione di quello milanista, che si arrende. Vince l’Inter di Stramaccioni (primo successo nel derby della Madonnina), perde il Milan di Allegri e a Trieste si scatena la festa al grido “Juve campione“.

Speak Your Mind

*