Inter-Napoli: Azzurri con Lavezzi centravanti, Pandev rileva Cavani. Ranieri recupera Pazzini

Moratti ha detto di aver tifato per il Napoli in Champions, De Laurentiis ha ringraziato il collega e aggiunto che per lui il tifo alla italiane in Europa è un dovere e che una finalissima tricolore Inter-Napoli sarebbe un successo per il calcio italiano; De Laurentiis ha voluto come suo solito far sorridere i giornalisti “in barba a Platini” ha detto a proposito del sogno italiano nella finale di Champions League.
Cordialità e reciproca stima a parte questa sera, allo stadio San Siro, Moratti e De Laurentiis tiferanno unicamente per i propri colori, perchè dalle 20:45 lo show della Serie A proporrà il primo dei due big match in programma per la quinta giornata di campionato, Inter-Napoli, che precederà Juventus-Milan nel posticipo domenicale.
Sono passati esattamente 17 anni dall’ultima volta in cui gli azzurri partenopei uscivano trionfanti dalla scala del calcio milanese e De Laurentiis ha ammesso che il numero 17 a lui porti addirittura bene, rispetto alla scaramantica tradizione.
A Milano, sponda Inter, si augurano la stessa fortuna e l’assenza del Matador Cavani nella formazione di Mazzarri darà una mano alla difesa non ancora imponente dell’Inter. Fortune alterne perchè in quel di Appiano Gentile Milito si è fermato durante l’allenamento e difatti partirà dalla panchina.
Ranieri ha risollevato la milanese ferita delle prime giornate di Serie A nella vittoria in trasferta con il Bologna, l’ha portata a vincere in Champions contro il Cska e con il Napoli questa sera potrebbe arrivare la terza vittoria consecutiva; i partenopei invece hanno alle spalle un esordio strepitoso contro il Milan proprio a San Siro, ma anche qualche partita più dubbia, dalla sconfitta con il Chievo al pareggio con la Fiorentina, mentre in Champions sono stati certamente più efficenti, da Manchester con il City, al San Paolo con il Villareal.
Pandev si ritroverà contro la squadra che, a detta di De Laurentiis non l’ha saputo valorizzare, ed è l’attaccante più probabile a rimpiazzare Cavani, mentre Ranieri, come detto non avrà Milito dal primo minuto, ma forse recupera Pazzini, che comunque non sarà al meglio dopo la botta subita al tallone nella partita di Champions a Mosca.
Sulla carta è un’Inter che non si presenta al top e che dovrebbe proporsi in campo con un 4-3-1-2, quindi spazio a Zarate e a Coutinho, visto in particolare forma, mentre Mazzarri dovrebbe schierare una difesa a tre, che ricorda brutte esperienze ai nerazzurri, ma che risulta più funzionale per gli azzurri. (Paola Prina)

Le probabili formazioni:
INTER (4-3-1-2): J.Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Chivu; Zanetti, Cambiasso, Obi; Coutinho; Zarate, Forlan. A disposizione: Castellazzi, Maicon, Jonathan, Muntari, Alvarez, Castaignos, Pazzini, Milito. All: Ranieri.
NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Inler, Gargano, Dossena; Hamsik, Pandev; Lavezzi. A disposizione: Rosati, Grava, Fernandez, Fideleff, Zuniga, Santana, Mascara. All: Mazzarri.

Speak Your Mind

*