Semifinale, Andata: Real-Barcellona, le formazioni. Iniesta e Carvalho grandi assenti

Tutto pronto allo stadio Santiago Bernabeu per questa serata di semifinale di Champions league, in cui ad andare in scena c’è il “Clasico” di Spagna, dopo che ieri il Manchester ha già parzialmente conquistato la qualificazione alla finale grazie alla vittoria per due a zero sul campo dello Schalke. Real Madrid e Barcellona si incontrano per la quarta volta in questa stagione: due volte in campionato, il 29 novembre, quando le merengues subirono l’ormai celebre “manita” dagli uomini di Guardiola e poi il 16 aprile quando invece la sfida finì in parità 1-1 con i centri di Messi e Ronaldo. Soltanto quattro giorni dopo quella sfida, è stata la volta della finale di Coppa del Re, al Mestalla di Valencia, vinta dai blancos per 1-0 nei supplementari, sempre grazie alla rete di Ronaldo.
E questa sera come finirà nell’andata di semifinale dell’Europa dei Grandi? Le due squadre si conoscono ormai alla perfezione, difetti e pregi, svantaggi e vantaggi. A movimentare le acque, come consuetudine, ci ha pensato Mourinho, ma la risposta da parte del ct blaugrana non è tardata ad arrivare. Lo Special One non è un semplicione e sa piuttosto bene che è sul campo che si scrive la storia di una squadra. Tuttavia Guardiola ha pensato di ricordare ancora meglio questo concetto al suo avversario, affermando che è nei 90’ di gioco il vero confronto, non un giorno prima con e tramite la stampa.
Non è la prima volta in cui blancos e blaugrana si affrontano in una semifinale di Champions: nell’edizione 2001/2002 il Real ebbe la meglio e poi si portò a casa la prestigiosa Coppa “con le orecchie”, battendo in finale le “aspirine” del Bayern Leverkusen.
Entrambe le squadre non potranno godere delle prodezze di due eccellenze calcistiche: Iniesta al cento per cento non sarà in campo e la stessa sorte attende Carvalho, squalificato dopo il giallo rimediato nel ritorno dei quarti col Tottenham. Sicuramente blancos e bluagrana sapranno estrarre il coniglio dal cilindro e sorprendere todo el mundo con la presenza di giocatori stellari, tra i più forti nel panorama calcistico: soltanto il Barcellona può ben vantare elementi come Messi, Xavi, Villa e Pedro. Ma a Mou non mancano di certo i talenti Ronaldo, Benzema, Kakà, Di Maria, Casillas.
Impossibile perdersi il “Clasico” d’andata, impossibile non godere dello spettacolo di un calcio simile, impossibile pensare che Guardiola non abbia impresso nelle menti dei suoi giocatori la mentalità vincente e impossibile pensare che Mourinho non abbia fatto lo stesso coi suoi, ma soprattutto impossibile che lo Special One non stupisca con le parole, questa volta di un genio del passato, e non di quello sportivo, ma di quello scientifico come Einstein, che Mou cita in conferenza stampa: “C’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà”. Grazie ad essa si può raggiungere tutto, Real o Barcellona? Impensabile non scoprire chi ha fatto di queste parole virtù di gioco. (Paola Prina)

Le probabili formazioni della semifinale di andata della Champions League tra Real e Barcellona:
Real Madrid: (4-1-2-3) Casillas; Arbeloa, Sergio Ramos, Albiol, Marcelo; Pepe; L. Diarra, Xabi Alonso; Di Maria, Ronaldo, Oezil. All.: Mourinho.
Barcellona: (4-3-3) Victor Valdes; Dani Alves, Mascherano, Piqué, Puyol; Xavi, Busquets, Keita; Pedro, Messi, Villa. All.: Guardiola.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*