Insigne illumina il Napoli, Shakhtar al tappeto e ottavi ancora possibili

Tris Napoli, Shakhtar al tappetoPrimo tempo in sofferenza, seconda ripresa da 5 stelle. Il Napoli cambia marcia e spazza via lo Shakhtar, nel penultimo appuntamento della fase a gironi di Champions League, rimandando il discorso qualificazione all’ultima giornata. 3 a 0 il risultato finale, allo Stadio San Paolo, con la magia di Insigne e le firme di Zielinski e Mertens.
Serviva un successo ed è arrivato, nonostante 45 minuti difficili. Il risultato finale (fondamentale in caso di arrivo a pari punti con gli ucraini) regala ancora chance di qualificazione al Napoli di Sarri, chiamato però a vincere in casa del Feyenoord nell’ultimo turno e a sperare che il City, già qualificato come primo con 15 punti, vinca anche in casa dello Shakhtar (in caso di pareggio o vittoria degli ucraini gli azzurri usciranno dalla Champions e retrocederanno in Europa League).
Paulo Fonseca, tecnico dello Shakhtar, aveva promesso un atteggiamento aggressivo e offensivo del suo team, e così è stato. Le tre mezzepunte degli ucraini hanno messo in difficoltà più volte un Napoli poco incisivo nella prima parte di match. Ci ha provato Taison (per ben due volte, nella seconda solo davanti a Reina) e poi anche lo scatenato Marlos mentre in casa azzurra solo Insigne, in stato di grazia, ha provato a sorprendere Pyatov, bravo nella respinta sul suo tentativo di lob.
Tutt’altro Napoli, invece, nella ripresa. Ma ci è voluta una magia per sbloccare, soprattutto mentalmente, i padroni di casa. Quella confezionata da Insigne con un destro a giro meraviglioso, sul quale nulla ha potuto il bravo Pyatov. Goal pazzesco quello del folletto napoletano e Napoli avanti nel risultato.
Veemente ma poco incisiva la reazione dello Shakhtar, che non ha creato grandi occasioni dalle parti di Reina. E così l’undici partenopeo ne ha approfittato per siglare il goal del 2 a 0 e rafforzare il vantaggio negli scontri diretti (sempre in caso di arrivo in parità). Dopo uno scambio con Mertens, ancora una volta uomo-assist, Zielinski ha trafitto Pyatov siglando il goal del raddoppio. Di testa, poi, con Mertens, il tris finale, contro uno Shakhtar ormai in bambola.
Partita in archivio e qualificazione ancora possibile, anche se, nell’ultima giornata, sarà necessario un”favore” da parte di Pep Guardiola. Cosa accadrà? Staremo a vedere…

Speak Your Mind

*