In Kenya si riconfermano i birrai

Tutto era pronto per festeggiare il titolo nella Premier League keniana dopo 17 anni di attesa ma il Gor Mahia all’ultimo non ce l’ha fatta; la vittoria è andata ai campioni in carica del Tusker Fc ed i giocatori di Zdravko Logarusic possono prendersela solo con loro stessi.
In vantaggio di un punto sugli avversari, ai verdi sarebbe bastata la vittoria nell’ultima partita, quella casalinga col Thika United, per l’incoronazione ma cosi non è stato. Nel primo tempo, l’errore del portiere Jerim Onyango mandava in vantaggio il Thika e solo al 77′ Ramadhan Salim pareggiava il conto; il risultato non cambiava più e restava solo la delusione dei giocatori e dei tifosi accorsi allo stadio.
Il Tusker approfittava di questo mezzo passo falso dei capo-classifica, andando ad espugnare il campo del Nairobi City Stars con i gol di Maurice Odipo e Obadiah Ndege nella prima frazione di gioco e di Frederick Ojwang nella seconda, per la gioia dell’allenatore Robert Matano.
L’altra squadra che in teoria poteva ambire al titolo, l’AFC Leopards, si faceva infine battere 1-0 dal Chemelil Sugar Fc.
Il team dell’East African Breweries si riconfermava cosi campione con questi giocatori:
George Opiyo (p), Jockins Atudo, Humphrey Okoth, David Ochieng, Joseph Shikokoti (capitano), Maurice Odipo, David Nyanzi, Peter Opiyo, Obadiah Ndege, Patrick Kagogo, Kenneth Wendo – Boniface Oluoch (p), Isaac Otieno, Joseph Mbugi, Dennis Mukaisi, Frederick Onyango, Frederick Ojwang, Luke Ochieng.
Il campionato si concludeva con un’altra delusione per il club soprannominato K’Ogalo: il 22enne attaccante ugandese Dan Sserunkuma con i suoi 17 gol non riusciva a vincere la classifica dei cannonieri perchè superato, sempre nell’ultima giornata, dal veterano John Baraza (del Sofapaka) giunto a quota 18; molto positiva la stagione dell’altro goleador del Gor Mahia, il giovane Rama Salim a segno per 12 volte nel torneo. (Max D’Amato)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*