Il Psg vince ma perde Ibra. Negli spogliatoi testata di Brandao a Thiago Motta

Motta colpito da BrandaoIl Psg trova la prima vittoria stagionale in Ligue 1, superando 2 a 0 il Bastia al Parco dei Principi, con reti di Lucas e Cavani, ma il successo si rivela amaro a causa dell’infortunio occorso a Ibrahimovic e di quanto avvenuto nel rovente dopogara del match andato in scena ieri.
Partiamo da Ibra. Al 15′ il campione svedese è costretto ad uscire di scena, facendo posto a Lavezzi: strappo intercostale (si attendono gli esami specialistici, ndr) e tegola per la compagine parigina che teme di perdere per lungo tempo il suo ariete già colpito in estate da un problema muscolare.
Al 26′, passando a quanto accaduto dopo il ko di Ibra, arriva il vantaggio del Psg. Verratti serve Van der Wiel, cross dell’olandese e conclusione vincente del brasiliano Lucas. Nella ripresa è Cavani a chiudere i giochi: il matador uruguagio controlla al volo la sfera e la scaraventa di destro in rete per il 2 a 0 finale.
Questo in campo. Poi, però, il “fattaccio” negli spogliatoi. L’attaccante del Bastia, ex Marsiglia, Brandao si avvicina a Thiago Motta e lo colpisce al volto con una testata (nella foto l’azzurro insanguinato, ndr), scatenando la rissa, fortunatamente senza particolari conseguenze. Dura la reazione del presidente del Psg, Nasser Al Khelaifi: “Brandao va squalificato a vita. Quello che è accaduto è una vergogna per il calcio francese“.
Più conciliante, invece, la riposta del diretto interessato, Thiago Motta che ha deciso di non ricorrere alla giustizia sportiva o ordinaria. Insomma vittoria è stata, ma non si è potuto sorridere molto.

Speak Your Mind

*