Il Programma della 37 giornata. La corsa Champions si apre alle 18 con Lazio-Genoa

Trentasettesima giornata di Serie A ai blocchi di partenza, domani ad anticipare questa penultima partita di campionato ci saranno due match dal sapore ben diverso. Il primo potrebbe rivelarsi molto amaro per la Lazio se dovesse perdere in casa con il Genoa. I biancocelesti infatti rischiano moltissimo in chiave Champions League, non avendo più la sicurezza della quarta piazza e visti i passi falsi delle ultime giornate, la classifica traballa ancora per gli uomini di Reja.
Il secondo incontro invece avrà un ritmo più spensierato e festaiolo, almeno per il Milan, già incoronato Campione d’Italia e pronto ai festeggiamenti davanti al pubblico del Meazza. Ordinaria amministrazione per i rossoneri contro il Cagliari di Donadoni, che ha poco da chiedere a questo finir di stagione.
La domenica del pallone invece sarà ben più movimentata per Udinese, Roma, Lecce e Sampdoria. Ma andando con ordine, si parlava di un quarto posto ancora da decidersi e conquistarsi per avere la certezza di essere nei preliminari dell’Europa che conta. Ci saranno domenica friulani e romani, impegnati rispettivamente con il Chievo e il Catania, ed entrambi fuori casa. Essenziale è la vittoria per gli uomini di Montella per ribaltare la delusione in Coppa Italia, finale non raggiunta per mano della solita Inter, ma soprattutto per superare i laziali, che nell’era Lotito non hanno mai concluso un campionato sopra i giallorossi.
Guidolin momentaneamente il quarto posto lo possiede, ma la fortuna non sempre arride alla sua squadra e due punti in più delle due romane, non garantiscono un bel nulla, nonostante il calendario sia tutto dalla parte dei bianconeri (col Chievo salvo e il Milan campione).
Le altre sfide delicate di questa giornata, in chiave salvezza, saranno Bari-Lecce, derby di Puglia molto sentito dalle due squadre (soprattutto dai giallorossi impegnati nella lotta per non retrocedere mentre i galletti sono già da qualche settimana in B), e SampdoriaPalermo, forse quest’ultima la più insidiosa della 37^ giornata.
La Samp è nell’area rossa, a forte rischio retrocessione, ma sperare in una vittoria e in un happy ending è sempre lecito. L’undici di Delio Rossi, per quanto lontano dall’Europa league, non mollerà un colpo e la Samp invece dovrà trovare il coraggio di salvarsi nel proprio campo, nel quale tuttavia non vince da metà febbraio.
Allo stadio Franchi Fiorentina e Bologna si affrontano con obbiettivi distinti: i viola volgono lo sguardo al futuro, mentre i rossoblu non possono guardare che al presente, perché la salvezza è ancora un affare da concludersi (con una vittoria sarebbe chiusa la pratica).
Cesena e Brescia lasciano poco spazio all’immaginazione: le rondinelle non vincono fuori casa dalla terza giornata di campionato ed essendo ormai retrocessi, non dovrebbero rappresentare un ostacolo insuperabile per i bianconeri, che comunque sono praticamente salvi in Serie A.
Al Tardini invece il Parma di Colomba ospiterà la Juve e nell’attacco parmense Amauri potrebbe essere pronto ad infliggere un duro colpo ai suoi ex compagni, di certo non con il morale alle stelle, dopo l’ennesimo pareggio guasta feste e salta panchina per Delneri, ormai prossimo all’addio.
A concludere la 37^ giornata della Serie A ci sarà il posticipo serale tra Napoli e Inter, che all’andata finì 3-1 con doppietta di Thiago Motta e sigillo finale di Cambiasso. Che sia la partita della rivincita? Principalmente Mazzarri dovrà vincere per deviare dalla strada a zig-zag di queste ultime quattro partite, di cui tre sono andate perse. (Paola Prina)

Speak Your Mind

*