Il Parma ferma la Juve, Conte si arrabbia con Mazzoleni. Marilungo sorriso Atalanta

Conte e la Juventus infuriati contro gli arbitriLa Juventus sbatte sul muro del Parma e, al di là delle polemiche (più o meno condivisibili, ndr), sinceramente inattese da un signore come lui, Conte deve riconoscere che, ogni tanto, non c’è solo la sua squadra ma anche quella avversaria che, nel caso del Parma, ieri ha giocato una partita di sacrificio, conquistandosi un punto prezioso nel recupero di Serie A.
La Juve è scesa al Tardini già sicura di fare man bassa: i suoi avanti, Matri e Vucinic, non sono apparsi brillanti e decisivi come in altre occasioni, Del Piero non ha neanche visto il campo mentre nella distinta della partita, poi rinviata del 31 gennaio, figurava tra i titolari assieme a Marco Borriello.
Forse, ieri, i bianconeri si sono accorti che il campionato non è tutto rose e fiori ma che, per essere davvero forti, bisogna fare i conti con questi momenti ed essere più forti della sfortuna, più forti dei possibili rigori che non ti danno (evidente quello su Giaccherini, come su Giovinco, dubbio su Pirlo allo scadere) più forti insomma sul campo e non con le parole, acri, che si lanciano poi nel dopo partita.
La direzione di Mazzoleni, a nostro avviso, è stata buona, al di là della mancata concessione dei penalty negli episodi suddetti (alla fine uno sbaglio per parte, ndr) con pochi cartellini ed un metro di valutazione equo, senza dare ad una e negareall’altra. Occhio alle cadute di stile Juve, sono forse solo queste le tue maggiori nemiche.
Nell’altro anticipo invece, allo stadio Atleti Azzurri d’Italia di Bergamo, l’Atalanta ritrova la gioia della vittoria (la prima del 2012)  grazie a Marilungo, su un Genoa che in trasferta continua a mostrare gravi difficoltà. Ancora una sconfitta per il Grifone, dopo il poker incassato a Catania. Bravo Colantuono che poi esprime il desideiro, a fine gara, di rimanere a Bergamo a vita. Per Marino invece c’è ancora molto da lavorare. Chiudiamo con una domanda: ma se Alberto Malesani fosse rimasto in sella al Grifone, il Genoa non avrebbe qualche punto in più? A voi lettori la risposta. (Luca Savarese)

Comments

  1. Senza nulla togiere al Parma; chi al posto di Conte non si sarebbe arrabbiato ?? “Polemiche inattese da un signore come lui”. Questo il parere dell’articolista. Parere che si discosta, completamente, dal mio (forse perchè sono Juventino e lui tutt’altro) e visto il suo modo di descrivere la partita (forse non l’ha vista e ha letto l’articolo su qualche “giornale”), mi sorge spontanea una domanda: “per dimostrare di essere signore e per non cadere di stile, cosa dovrebbe fare??? Dovrebbe farsi pecora e rischiare di farsi sbranare dai “lupi”??
    Sarebbe più comodo così???

    • Gentilissimo Zebrato, quante polemiche che si leggono nel tuo commento al mio articolo. Forse non sai che io, come giornalista di stadiogoal sono tenuto e vedere tutte le partite,quindi non solo l’ho vista ma l’ho vista con taccuino alla mano, con segnato tutto ma proprio tutto. Non ero allo stadio solo perchè alle prese con un fastidioso raffreddore. Il tuo tifo, come tutti i tifi, a volte fanno diventare cechi nella lettura di una partita, dove si finisce sempre ( è naturale quando si tifa ) di vedere le cose col filtro della passione. Quindi l’allenatore della tua Juventus, non a detta mia, ma di quotidiani e siti italiani e sfoglia anche i più grandi quotidiani europei ( esercizio intelligente che mi hanno insegnato a fare e che ti invito a fare ) ha fatto un passo indietro, tant’è che oggi, se hai seguito gli ultimi sviluppi, è ritornato sul suo sfogo, correggendo il tiro. Sai zebrato, se uno considera una persona un “signore”, ha un’ottima considerazione su di lui e,quando sembra venir meno questa meritata signoria, è giusto osservarlo, in modo sereno, senza nessuna accusa alla sua persona che resta grande, ed al suo operato che rimane encomiabile. Concludo dicendoti, sai qual’è il peggior male di questo nuovo calcio, restaurato dopo calciopoli e che cerca di rimanere a galla, seppur falcidiato dal continuo marcio delle scommesse? L’alimentare sempre polemiche, il lamentarsi sempre. Allora cerchiamo di essere positivi, propositivi, accettando anche le critiche, non solo gli entusiasmi. Poi, stadiogoal lo leggi gratis, mica lo hai pagato,se non ti garbano gli articoli, fai un salto in edicola e troverai fior fior di giornali! Un saluto e buon calcio.

      Luca Savarese

Speak Your Mind

*