Il Mondo non si è fermato mai un momento

Mondonico ex allenatore di Torino e Atalanta

Emiliano Mondonico

Il Mondo era una canzone di Jimmi Fontana. Il “Mondo” da sempre, nel calcio, è Emiliano Mondonico, allenatore lombardo e uomo di calcio che, dopo due delicatissime operazioni, sta fortunatamente meglio. Il peggio è alle spalle e, negli occhi, tanto calcio vissuto e tanto da viverne.
Il Mondo è uno di quella categoria di allenatori sempreverdi che non passano mai di moda, perchè forse non passa mai di moda il loro modo di fare calcio, con semplicità e passione, quasi come si stesse curando un cereale del campo: semina intensa e ben piantata alla terra. Emiliano se non avesse fatto il mister avrebbe portato avanti l’azienda agricola del padre.
Ha fatto il mister, è stato a Cremona, Torino, Bergamo e ha trattato ogni suo giocatore come fosse suo filo di grano, senza strappar troppo ma senza nemmeno far marcire. Allenatore agreste e contadino calciofilo, due volti che non si spezzano ma che si compenetrano, proprio come il grano e la zizzania.
La Roma oggi cercherà di portar zizzania alla sua Atalanta che, il Mondo, in un’intervista-saluto al tg1, dice di vedere motivatissima a trasformare l’onta delle scommesse in foga nuova. La sua Atalanta è un po’ come lui, nuova e salva, dopo attimi di grande paura.
Anche il coach ha tanta voglia di rifarsi dopo varie pene che è stato costretto a sopportare. Gli piacerebbe tornare ad allenare, lo farà di sicuro. Ora, la cosa più bella, è che è tornato dopo una dura battaglia sulla panchina della vita. Auguri di cuore “Mondo“, non ti sei fermato mai un momento. (Luca Savarese)

Speak Your Mind

*