Il Milan si mangia il Palermo: Torna Ibra ed è subito show con una tripletta

Ibra torna e trascina il Milan al successoLa rabbia accumulata da Milan dopo il gol fantasma di Muntari, non visto sette giorni fa contro la Juve, diventa fonte di un’energia incredibile che permette ai rossoneri di andare a Palermo, per annichilire lo stadio Renzo Barbera e travolgere i rosanero per 4 a 0 nell’anticipo pomeridiano di Serie A.
Ritorna il genio sconfinato di Zlatan Ibrahimovic e, si vede, si sente, si tocca. Lo svedese, dopo tre partite fuori per squalifica aveva una voglia matta di giocare e di far credere al campionato che il suo Milan è più che mai vivo. Il Milan strapazza il Palermo che, come pugile alle prime armi, cade subito, senza colpo ferire e senza mai reagire. Ibra tira fuori dal cilindro tre sberle fresche e croccanti, sollazzo per il Milan, veleno per la squadra di Mutti, mai così arrendevole quest’anno tra le mura amiche. Solo Viviano salva la baracca, altrimenti la gara avrebbe potuto finire con innumerevoli sigilli rossoneri.
Il Milan va in campo per battere il Palermo ma con lo spirito come se di fronte avesse ancora la juve. Un grande plauso va fatto a Max Allegri: l’aver mantenuto l’attenzione al’episodio famigerato di Muntari, ha caricato a sufficienza i suoi che, sono andati in campo come dei leoni: potente, tosto, cinico che non guarda in faccia nessuno ma vuole essere guardato in faccia da tutti.
La faccia ce la mette anche Thiago Silva che svetta di testa e su preciso crosso di El Shaarawy, fa il quarto gol e chiude ogni discorso. Il Milan è al comando, prova di forza quella rossonera, a volte la forza, poi ti regala dolcezza, come quella che i milanisti scoprono verso le 22e30, quando si accorgono che la Juve ha pareggiato contro il Chievo.
Se le squalifiche hanno questo potere rigenerante che ha sprigionato Ibra, tutti vorremmo essere squalificati. Per i ragazzi rosanero invece, non crediamo che Zamparini rimanga indifferente. Da non escludere il ritorno di Mangia. (Luca Savarese)

Speak Your Mind

*