Il City passa al San Paolo e vola agli ottavi, Napoli sull’orlo dell’eliminazione

Guardiola vola con il suo City, battuto il NapoliUna prova d’orgoglio, ma solo quella. I tre punti, invece, vanno al City (22° risultato utili consecutivo per gli inglesi) che vola agli ottavi di Champions, al Napoli l’amarezza di una sconfitta che lascia poche speranze per la qualificazione. Ora, infatti, sono necessarie due vittorie (contro Shakhtar e Feyenoord) e il successo dei ragazzi di Guardiola in casa degli ucraini all’ultima giornata.
Non è bastata, al Napoli, la partenza a razzo, nel suo stadio San Paolo, e 25 minuti eccezionali, conditi dal gol d’Insigne dell’1 a 0. Passaggi corti e veloci, pressing e sovrapposizioni: con queste armi il Napoli aveva messo sotto l’undici di Guardiola nella prima parte del match, trovando anche il goal del vantaggio con il folletto napoletano. Triangolo pazzesco con Mertens e conclusione vincente in faccia ad Ederson, uscito dai pali per sbarrare la strada a Insigne.
L’infortunio di Ghoulam e la reazione della squadra inglese hanno prodotto la rimonta del City. Dopo il destro di Aguero, fuori di un soffio grazie alla deviazione difensiva, è arrivato il goal del pari. A propiziare il goal dell’1 a 1, firmato da Otamendi di testa, è stato Gundogan con una pennellata dalla destra.
Galvanizzati, gli uomini di Guardiola hanno insistito, sfiorando il goal del 2 a 1 con Stones che ha centrato in pieno la traversa con un colpo di testa. Poi lo stesso difensore, classe ’94, ha trovato il bersaglio grosso ad inizio ripresa, su angolo di Sané.
Con grande orgolio, però, il Napoli ha reagito prontamente. Traversa clamorosa colpita da Insigne con un destro a giro, poi il punto del 2 a 2 di Jorginho su calcio di rigore, assegnato dal tedesco Brych per un fallo di Sané su Albiol. Non solo. Infatti Callejon, smarcato in area, fallisce il 3 a 2 davanti ad Ederson, mancando la chance del sorpasso napoletano.
Sugli sviluppi dell’angolo accade l’irreparabile. Il City infatti riparte velocissimo in contropiede e colpisce, da grande squadra. Sané viene stoppato da Hysaj, ma la palla finisce ad Aguero che entra in area e batte Reina con un destro a fil di palo. Il Napoli crolla e dagli urli di gioia per la reazione all’amarezza finale quando Sterling sigla il 4 a 2 che sarà il risultato finale. Manchester City in volo, Napoli ko e ora chiamato davvero ad un’impresa per passare agli ottavi di Champions.

Speak Your Mind

*