Il Cile di Sanchez all’esordio. Di fronte il Messico versione Under 22

Una delle candidate alla vittoria finale, in Coppa America, è il Cile, che proverà questa sera, contro il Messico (in versione Under 22, con tanti ragazzini e pochi big ebbri della vittoria in Gold Cup), a smentire questo andamento lento e, per certi versi, sorprendente, che è stato inaugurato dall’Argentina ed è proseguito poi con l’esordio del Brasile e la sfida tra Paraguay ed Ecuador (fino a questo momento 3 goals in 4 partite).
La “Roja” si presenta con l’uomo delle meraviglie Sanchez, ma senza l’allenatore Bielsa, sostituito da Claudio Borghi, con il vantaggio di conoscere il risultato di UruguayPerù (sfida in programma poco dopo mezzanotte e valida sempre per il Gruppo C), ma non solo, perché dopo gli scandali legati al doping, alla prostituzione e alla vittoria nella Gold Cup il Messico appare, almeno sulla carta, più scarico e sotto pressione oltre che privo di parecchi elementi (a partire dal “ChicharitoHernandez, stella del Manchester United).
Il coach della nazionale messicana Tena ha dovuto fare “di necessità virtù” e, soprattutto dovuto rinunciare a giocatori già affermati, per convocarne altri più giovani, con minori esperienze, ai quali non si può chiedere altro che provarci fino al fischio finale. In attacco, dunque, la stella sarà Giovani Dos Santos, trequartista del Tottenham (ma l’ultima stagione l’ha passata in prestito al Racing di Santander) e tra i protagonisti ai Mondiali sudafricani, affiancato da Marquez Lugo, bomber in patria nelle file dell’Atlante.
Il Cile dovrà comunque stare attento a non sottovalutare la squadra avversaria, soprattutto perché alla prima partita vanno consolidati preparazione e moduli provati in allenamento, cercando di rischiare il meno possibile, senza sprecare energie necessarie nei turni successivi.
Borghi dovrebbe partire con Jimenez in panchina, mettendo in azione Vidal, giocatore del Bayer Leverkusen, che piace a Napoli e Juventus, mentre Sanchez verrà affiancato, in attacco, da Suazo.
Se le cose dovessero andare come nell’amichevole contro l’Estonia, partita finita con il risultato di 4-0 e con svariate occasioni da goal, per il Cile non sarà di certo una missione impossibile. (Paola Prina)

PROBABILI FORMAZIONI:
CILE (3-5-2): Bravo; Contreras, Ponce, Jara; Mati Fernandez, Beausejour, Vidal, Medel, Isla; Sanchez, Suazo. Ct: Borghi
MESSICO (4-1-4-1): Michel; Chavez, Alanis, Araujo, Lopez; Garcia; Aguillar, Rosales, Carmona, Giovani dos Santos; Marquez Lugo.
Ct: Tena
ARBITRO: Juan Soto (Venezuela).

Speak Your Mind

*