Il Brasile sale sul treno Maicon e vola ai quarti. Primi goals per Pato e Neymar

Ecco il vero Brasile! La Seleçao batte 4-2 l’Ecuador e si classifica al primo posto nel Girone B di Coppa America. Stavolta i ragazzi d’oro del calcio brasileiro hanno fatto la differenza. Due reti Pato, due reti Neymar: gol spettacolari e importanti che consentono al Brasile di chiudere il tormentato raggruppamento eliminatorio da leader.
Domenica nei quarti di finale, in programma a La Plata, la nazionale di Mano Menezes ritroverà il Paraguay, raggiunto dal Venezuela nel finale (da 3-1 a 3-3) e costretto ad incrociarsi con la favorita numero uno di questo torneo. Dopo il 4 a 2 rifilato all’Ecuador, questo “nuovo” Brasile sembra finalmente aver voltato pagina e sembra pronto a non perdere più la strada che conduce alla vittoria finale.
Menezes ha trovato la ricetta giusta: cambia uomini e schema. Entra Maicon, sulla fascia destra e torna Robinho in avanti. Ganso, invece, parte da destra andando, però, spesso a convergere al centro. Maicon, alla fine del match il migliore in campo, è devastante e fa la differenza.
Il primo gol, però, arriva dalla parte opposta. Al 28’ Andre Santos scende come un treno sulla sinistra e mette al centro: Pato brucia tutti e di testa batte Elizaga, per l’uno a zero che porta in vantaggio il Brasile. Un gesto tecnico da centravanti vero.
Sembra tutto in discesa per la Nazionale di Menezes. Robinho colpisce anche un palo a portiere battuto. Invece, al 37’ il colpo di scena: un’innocua conclusione dalla distanza di Caicedo trova impreparato Julio Cesar. Papera clamorosa e 1 a 1.
La Selecao riparte a cento all’ora in avvio di ripresa e al 5’ torna in vantaggio. La solita magia di Ganso che libera in area il compagno di squadra Neymar: controllo in corsa e conclusione imparabile. Al 12’, però, un Ecuador indomabile risponde nuovamente presente: altra conclusione da fuori area di Caicedo, appena un po’ più pericolosa della precedente e altra grave indecisione di Julio Cesar. E siamo nuovamente in parità.
Il Brasile stavolta però non si scompone. Maicon è una presenza fissa sulla destra. Difende e attacca, mandando spesso il tilt la difesa avversaria. E Neymar è ispirato come nelle sue giornate migliore. Una conclusione violenta genera una mischia nell’area di rigore dell’Ecuador: Pato è più svelto di Robinho e ribatte in rete.
La Selecao insiste e chiude definitivamente la gara al 27’: travolgente discesa del nerazzurro Maicon che supera un paio di avversari e appoggia al centro per Neymar, pronto al tap-in vincente per il definitivo 4 a 2.
I giovani fenomeni brasiliani vanno tutti ad abbracciare il difensore dell’Inter: la Selecao ha ritrovato una delle sue stelle, e con loro vuole a tutti i costi il successo finale (Camilla Vignoli).

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

14total visits,1visits today

Speak Your Mind

*