Il Brasile rivive l’incubo, rigori ancora fatali. Paraguay in semifinale

paraguay in festa, matato il Brasile ai rigoriL’incubo è tornato reale e ha fatto malissimo. Nei quarti di finale della Copa America, il Brasile di Carlos Dunga cade nuovamente ai rigori (errori decisivi di Everton Ribeiro e Douglas Costa, ndr), fatali come nell’edizione argentina del 2011, e a far festa è il Paraguay dell’argentino Ramon Diaz che, ora, in semifinale, sfiderà proprio la Seleccion di Leo Messi. 1 a 1 si erano chiusi i 90 regolamentari, con vantaggio brasiliano firmato da Robinho e pari del Paraguay, su rigore con Gonzalez.
E’ stato un Brasile deludente. Senza il suo asso più grande, il blaugrana Neymar, squalificato 4 giornate e già a casa, la Selecao di Dunga non ha convinto, nè sul piano del gioco nè su quello della personalità, nonostante il gol dell’1 a 0 firmato dall’ex Milan, Robinho, al 15′: Elias, arrivato sulla trequarti, ha servito sulla corsa Dani Alves a destra, cross per Robinho che di piatto destro da centro area non ha sbagliato per l’1-0. Bella azione corale e Brasile in vantaggio.
Il Paraguay fatica a reagire e, senza grandi stelle (l’esperto Santa Cruz, classe 1981, è sicuramente il giocatore più rappresentativo, ndr), si rende pericolosa in poche circostanze. Ci prova proprio Santa Cruz che spedisce però a lato, il secondo tentativo, di Nelson Valdez, viene parato dal portiere verdeoro Jefferson.
Nella ripresa la musica cambia. Il Paraguay attacca a spron battuto e il Brasile va in difficoltà. Colpo di testa di Valdez, sugli sviluppi di corner, palla fuori di poco, poi Paulo Da Silva incorna alla grande, ma Jefferson respinge, sebbene con estrema fatica.
Al 70′, infine, la colossale ingenuità di Thiago Silva che per anticipare Valdez in area colpisce la palla con la mano: calcio di rigore inevitabile e trasforma impeccabile di Gonzalez.
Il Paraguay domina, tanto che il trequartista del Basilea, Gonzalez impegna ancora Jefferson poco dopo la mezz’ora. Il gol però non arriva, mentre il fischio finale sancisce la fine dei regolamentari e la risoluzione della controversia ai calci di rigore.
E’ dal dischetto che si materializza nuovamente l’incubo per il Brasile. Gli errori di Everton Ribeiro e Douglas Costa condannano la nazionale di Dunga alla sconfitta, e all’eliminazione dalla Copa America. Del solito Gonzalez, già a segno dagli undici metri nei regolamentari, il penalty che regala al Paraguay un’insperata ma alla fine meritata semifinale contro l’Argentina in programma all’1 e 30 di Mercoledì 1 Luglio p.v.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*