Goleada del Napoli al Cagliari. Strepitoso Lavezzi, ai sardi non basta super Larrivey

Lavezzi protagonista nella vittoria del Napoli sul CagliariIn attesa di vivere le emozioni della Champions, e il ritorno degli ottavi con il Chelsea (sconfitto per 3 a 1 al San Paolo), i tifosi partenopei scatenano la loro gioia alla vista dell’ennesimo show (quinta vittoria consecutiva, ndr) regalato, ieri sera, nell’anticipo di Serie A, dal Napoli, vittorioso con un roboante 6 a 3 sul Cagliari di Ballardini. I colori rossoblù, evidentemente, portano bene agli azzurri, che già in dicembre rifilarono 6 “pallini” al Genoa (in quell’occasione il punteggio finale fu di 6 a 1).
Bastano 30 minuti ai ragazzi di Mazzarri per mandare ko la squdra isolana e per agganciare a quota 46 l’Udinese, al quarto posto (anche se i friulani devono ancora scendere in campo, domenica, nel posticipo di Serie A, al Piola contro il Novara). Decisivo, ancora una volta, il “Pocho”Lavezzi, in rete anche ieri sera dopo il sigillo di Parma, ma anche utile come sempre nel ruolo di assist-man per i compagni. Segna l’argentino, segna su punizione Hamsik, in odore di rinnovo, Astori fa autogol, poi Cannavaro, Gargano e Maggio concludono la serata di gala al San Paolo.
Ed il Cagliari? Sotto di tre reti a causa di una partenza da incubo, della quale ne ha approfittato alla grande il Napoli, gli ospiti perdono per infortunio anche Nainggolan (erano già tante le assenze tra le fila rossoblù), rilevato dal brasiliano Thiago Ribeiro, ma non demordono e al 37′ accorciano le distanze.
Punizione di Conti e colpo di testa del “BatiLarrivey che svetta nel cuore dell’area e trafigge De Sanctis. L’attaccante argentino sarà grande protagonista nei sardi, con una tripletta, che, però, non regalerà punti all’undici di Ballardini.
Inizia la ripresa e, al 10′ il Napoli ristabilisce subito le distanze. Canini atterra in area uno scatenato Lavezzi, e dal dischetto lo stesso fuoriclasse argentino realizza il 4 a 1. Standing ovation e sostituzione per il Pocho, con ingresso sul campo del matador Cavani in un staffetta già prevista.
Proprio l’uruguagio, al 25′, tiene palla in area e poi la serve a Gargano che stoppa e tira, Agazzi battuto e sono cinque. Ma il Cagliari, indomabile, continua ad attaccare e, poco dopo, accorcia nuovamente: azione travolgente di Ibarbo e assist decisivo per Larrivey che, di testa sigla il 5 a 2.
La scoppiettante gara del San Paolo prosegue, ininterrottamente, e al 39′ arriva anche il sesto gol degli azzurri. Pandev riceve palla sul rinvio di De Sanctis, invita Maggio che entra in area e brucia Agazzi. Nel recupero, infine, mentre Milito chiude la gara a Verona, contro il Chievo, e si fa perdonare per il rigore sbagliato, un altro argentino, Larrivey, sigla la sua personale tripletta e il 6 a 3 finale. Cagliari orgoglioso ma spazzato via da un Napoli super. 6 squilli al Chelsea, i Blues sono avvertiti.

Speak Your Mind

*