Germania e Polonia a reti bianche. Ucraina fuori dai giochi, storico brindisi nordirlandese

Nord Irlanda in festa, prima storica vittoriaGermania e Polonia non si fanno male nel big match di serata e chiudono 0 a 0 continuando a braccetto la corsa in vetta al Girone C di Euro 2016 a 4 punti. Nel pomeriggio il secondo ko dell’Ucraina di FomenkoShevchenko che saluta la manifestazione, mentre l’Irlanda del Nord, grazie alle reti di McAuley e e McGinn, festeggia la prima storica vittoria in una fase finale continentale e sogna un pazzesco passaggio gli ottavi di finale.
Dopo il faticoso successo sull’Ucraina ci si aspettava una prova di forza dei “panzer” tedeschi contro la Polonia che invece si è difesa bene (ottima la prova del torinista Glik e dei suoi compagni di reparto) e ha poi sfiorato il colpaccio in due occasioni, fallendo clamorose occasioni con Milik, che di testa da pochi passi non è riuscito a trafiggere Neuer per poi mancare nuovamente l’appuntamento con il pallone servitogli nel cuore dell’area.
Poche le chance costruite dall’undici di Loew che, dopo aver fallito con Gotze di testa l’occasione del vantaggio nel primo tempo, prova nel finale di gara, dopo aver sofferto la vivacità polacca, a trovare l’acuto vincente ma la gran conclusione di Ozil trova pronto Fabianski (in porta al posto dell’infortunato giallorosso Szczesny), abile a deviare la sfera in angolo con un gran colpo di reni.
Lo 0 a 0 tra Germania e Polonia, con entrambe come detto a 4 punti (si giocheranno il primo posto nell’ultima giornata, nella quale i tedeschi affronteranno l’Irlanda del Nord mentre i polacchi se la vedranno con l’Ucraina già con le valigie in mano), elimina l’Ucraina, sconfitta clamorosamente dall’Irlanda del Nord, in festa per il primo storico brindisi ad un Europeo (la nazionale britannica ha giocato con il lutto al braccio per ricordare Darren Rodgers, il tifoso morto in un incidente a Nizza dopo la gara contro la Polonia).
La nazionale di O’Neill, vittoriosa per 2 a 0 grazie alle reti di McAuley e McGinn, ora spera in un’altra – storica – impresa: il passaggio agli ottavi di finale. Per l’Ucraina, invece, un Euro 2016 da dimenticare in fretta. I ragazzi di Fomenko (e del suo assistente, Shevchenko) chiudono qui la loro avventura, poichè un’eventuale vittoria nell’ultima sfida del raggruppamento potrebbe permettere di raggiungere al terzo posto la Nord Irlanda, che però ha lo scontro diretto a favore.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*