Gattuso e i problemi alla vista: “Non mollo, lotto per tornare”

Il giocatore del Milan, Gattuso, lotta contro i problemi alla vistaQuando il centrocampista del Milan, Gennaro Gattuso, in arte Ringhio, ha cominciato a vedere doppio, evidenziato dei seri problemi al nervo ottico, noi non ci abbiamo più visto e, ci siamo sinceramenti arrabbiati con il gioco del calcio che ogni tanto ci propone storie inaspettate, momenti acri che nessun abbonanento a nessuna squadra, nessuna tessera del tifoso, e nessuna sciarpa poteva prevedere.
In questi giorni Gattuso non è finito sulle prime pagine dei giornali per un riconoscimento unanime al suo carisma, diciamocelo con schiettezza, uno dei più belli e sani nell’ambiente, nè per una sua particolare mossa sul campo che gli ha procurato qualche squalifica, niente di tutto questo, ma Rino (come affettuosamente lo apostrofano i suoi aficionados) non vede bene da un po’ di tempo.
All’inizio, dopo che era uscito durante la gara inaugurale della stagione, quando i rossoneri ospitarono la Lazio, si pensò che fosse una cosa minima, una specie di appannamento da affanno ma niente di più. Quell’occhio, precisamente il nervo ottico dell’occhio sinsitro, invece stava marcando Ringhio più stretto che mai e, non lo lasciava più vedere come prima, normalmente, chiaramente.
Rino ha avuto paura come forse non ha mai avuto nella sua avventurosa vita. Non doveva fare più niente per alcuni giorni, gli era rimasto un solo grande mister, la moglie Monica, che non lo ha mai fatto uscire dal terreno delle speranze. Quando la sofferenza bussa alla porta, bisogna provare ad accoglierla, puoi essere un tranviere o un calciatore, non c’è status che tenga, la sofferenza è democratica: Ringhio l’ha accolta con la luce della moglie, dai novanta minuti del campo, ad infinite ore a casa a reinventarsi uomo nuovo, a non entrare in scivolata ma a difendere se stesso.
Ha detto, in un’intervista alla Gazzetta dello sport, che anche quando dorme ha carica ed entusiasmo. Rino sei nato per marcare, non sopporti le marcature, questa è forse la più ardua nella tua radiosa carriera ma, siamo sicuri che con la tua grinta te ne divincolerai presto. Poi farai quello che più ti senti, campo o mica campo, sei impresso nel cuore della gente, sei il continuo monito che per far fortuna in seria a non devi essere nè EinsteinMaradona ma uno che se la gioca così com’è facendo assaporare al prato la profondità dei polmoni e la rabbia della voce. Siamo con te “gatto” dentro ogni tua scelta (Luca Savarese).

Speak Your Mind

*