Gattuso cerca continuità di risultati nella fatal Verona

Milan in campo a Verona
Ac Milan Dressing Room by robin bos (CC BY 2.0)

L’arrivo sulla panchina del Milan di Gennaro Gattuso, al posto dell’esonerato Vincenzo Montella, pretendeva dare una scossa all’ambiente e ai calciatori dopo un inizio di stagione zoppicante. E, in effetti, a parte il pareggio per 2 a 2 col Benevento arrivato dopo l’incredibile gol del portiere Brignoli all’ultimo minuto, il tecnico calabrese, che veniva dalla Primavera, ha quantomeno avuto il merito di far scattare l’orgoglio tra i suoi, come si è visto nella vittoria per 2 a 1 contro il Bologna, sofferta ma salvifica.
La doppietta del centrocampista Giacomo Bonaventura, senza dubbio uno dei migliori calciatori a disposizione di Gattuso, ha così permesso al Milan di portarsi a 24 punti, ossia a 3 dalla Sampdoria che occupa attualmente il sesto posto, l’ultimo valido per accedere all’Europa League la prossima stagione.
Tuttavia il test di domenica prossima alle 12.30 al Bentegodi contro l’Hellas Verona è molto più importante di quanto si possa pensare ragionando a caldo. Al di là della pessima situazione in classifica degli scaligeri, che per ora sono penultimi dopo aver raccolto appena dieci punti, il Milan deve non soltanto vincere per dimostrare di essere una squadra solida anche in trasferta, ma ha bisogno di ulteriore fiducia nei propri mezzi, qualcosa che si può ottenere soltanto con le vittorie. Sarà importante dunque per Gattuso e i suoi non rilassarsi e concentrarsi al 100% su questa sfida, anche perché il Verona non può più perdere altri punti se vuole provare una rimonta in classifica e restare in A, dove è tornato soltanto l’estate scorsa. Una vittoria, assieme a una contemporanea sconfitta del Genoa a Firenze, permetterebbe agli uomini allenati da Fabio Pecchia di allontanarsi dal baratro della retrocessione.
In questo contesto, il Milan dovrà dunque scendere in campo al Bentegodi con la consapevolezza che non sarà una partita facile, anche perché la storia insegna che questo stadio è piuttosto ostile ai rossoneri. Difficilmente i tifosi milanisti dimenticheranno la sconfitta degli uomini allenati da Arrigo Sacchi nella penultima giornata del campionato 1989-90, risultato che ha fatto perdere al Milan il treno dello Scudetto e favorito il Napoli, vincente a Bologna e proclamato poi campione la settimana dopo.
Gattuso e i suoi cercheranno dunque quella continuità di risultati necessaria per credersi finalmente una grande squadra che punta ad obiettivi nobili. Il tutto nella cornice della fatal Verona, dove anche uno dei migliori Milan della storia fu sconfitto.

Speak Your Mind

*