Francia prima, c’è la Nigeria negli ottavi. La Svizzera sfida Leo Messi

Shaqiri lancia la SvizzeraLa Francia di Didier Deschamps chiude al primo posto, con 7 punti, il Girone E e negli ottavi di finale di Brasile 2014 se la vedrà con la Nigeria, sconfitta dall’Argentina ma con il calice in mano in virtù del secondo posto guadagnato nel Girone F (la Bosnia, già eliminata, supera 3 a 1 l’Iran con le firme di Dzeko, Vrsajevic e del giallorosso Pjanic, di Ghoochannejhad la sigla asiatica). La Svizzera, invece, travolge l’Honduras con la tripletta di Shaqiri e, sempre come seconda ma alle spalle dei galletti, ora dovrà affrontare l’undici di Sabella e di Leo Messi che con il 3 a 2 alle Aquile africane ha concluso il proprio raggruppamento in vetta a quota 9.
Finisce a reti bianche tra Francia ed Ecuador. Arriva, per i transalpini, il punto che regala la matematica, mentre per i sudamericani si materializza l’eliminazione dal Mondiale. Nonostante l’uomo in meno (espulso Antonio Valencia ad inizio secondo tempo, ndr) i ragazzi di Rueda attaccano a spron battuto alla ricerca della vittoria che, a causa del successo (annunciato) della Svizzera sull’eliminata Honduras, sarebbe l’unico risultato possibile per proseguire l’avventura.
Ma l’impegno e l’energia profusi non basta. Dapprima un contropiede di Arroyo, sprecato malamente al momento del tiro, poi uno scatto di Ibarra, con conclusione del velocissimo esterno e parata egregia di Lloris. L’Ecuador ci prova fino alla fine, la Francia spreca più volte negli spazi lasciati dai gialli di Rueda, alla fine però sono lacrime per la nazionale sudamericana, mentre i Galletti alzano la testa e volano agli ottavi.
Ottavi che saranno contro la Nigeria. Infatti le Aquile africane rispondo due volte, con Musa, allo scatenato Leo Messi (e sono tre con la gemma incastonata al sette della porta iraniana, ndr), ma poi si arrendono al timbro finale di Rojo che regala la matematica certezza del primo posto all’Albiceleste.
Argentina che, negli ottavi, sfiderà la Svizzera. Gli elvetici non faticano a travolgere l’Honduras, cenerentola del Girone F con 0 punti, una sola rete realizzata e ben 8 subite, ma lo fanno comunque con grande impeto, trascinati dalla serata super di Shaqiri (nella foto), autore della tripletta decisiva.
Il trequartista del Bayern Monaco, svizzero di origini kosovare, firma l’1 a 0 con un sinistro al fulmicotone, al 3′ di gara, poi raddoppia sull’invito di Drmic, al 32′ e infine completa l’opera, di sinistro, sempre sull’assist di Drmic. Tre messaggi a Messi, vediamo cosa accadrà il 1 Luglio alle 18 in SvizzeraArgentina. Il 30 invece FranciaNigeria.

Speak Your Mind

*