Europei Under 19: Italia solo un pari con la Croazia. Qualificazione lontana

Dopo la sconfitta patita all’esordio gli azzurrini di Piscedda non riescono ad ingranare neanche nel secondo appuntamento dell’europeo di categoria, dovendosi accontentare di uno scialbo 0-0 (rimanendo l’unica nel torneo a non aver ancora segnato) contro la Croazia, un pari che comunque tiene acceso un barlume di speranza vista la contemporanea vittoria della Spagna sul Portogallo; sabato nell’ultimo match del girone, sarà necessario vincere, proprio contro gli spagnoli (già matematicamente primi) sperando che il Portogallo non faccia altrettanto contro i croati.
Nell’altro girone, inarrestabile la Francia padrona di casa che ha conquistato il passaggio del turno dopo aver sommerso l’Olanda prima (4-1) e l’Austria (5-0) nella seconda partita, il secondo posto se lo giocheranno invece gli olandesi e gli inglesi, appaiati a quota tre, con i primi in vantaggio in virtù dello scontro diretto.
Ma torniamo all’incontro odierno che più ci interessa da vicino. L’Italia si presenta in campo senza lo squalificato D’Alessandro e nel primo tempo patisce ampiamente la dinamicità e il palleggio croato, rischiando in più di un occasione di soccombere. Già al 3’ Ozobic impegna Colombi in una difficile parata, mentre poco dopo è Vukusic a sfiorare il vantaggio concludendo però alto.
Alla mezz’ora si vede finalmente l’Italia con Mattia Destro che chiama in causa per la prima volta Delac, portiere slavo salvato pochi minuti più tardi quando è Glumac a stoppare sulla linea la battuta a rete dell’attaccante del Chelsea Fabio Borini.
Azzurrini dunque sfortunati e, dal quarto d’ora della ripresa, costretti a giocare in dieci per l’espulsione ingenua del milanista Albertazzi, tra l’altro uno dei più esperti del gruppo, capace di rimediare due cartellini gialli nello spazio di un minuto. In superiorità numerica la Croazia prova ad insistere, costringendo Palombi ad alzare sopra la traversa un colpo di testa di Pamic. L’Italia però ci mette almeno il cuore e, un pizzico di fortuna, quando la botta dai trenta metri di Ademi va a stamparsi sul palo a dieci dal termine.
Nel finale poi, gli azzurrini potrebbero addirittura punire la Croazia, ma Delac è attento su Destro. Finisce così a reti inviolate, per conquistare le semifinali e, il conseguente pass per i mondiali Under 20 del prossimo anno, servirà un’impresa ai ragazzi di Piscedda. Appuntamento a sabato quando andrà in scena il match con la Spagna.


CROAZIA – ITALIA 0-0

CROAZIA: Delac, Vrsaljko, Rugasevic, Andrijasevic (38’st Mlinar), Kelic, Glumac, Ademi, Ozobic, Ticinovic (Kramaric), Vukusic, Puncec (23’st Pamic). A disp.: Picak, Jonijc, Maglica, Bicvic. All.: Grnja.
ITALIA: Colombi, Crescenzi, Albertazzi, Soriano, Caldirola, Bertolacci (19’st Brosco), Destro, Borini, Adamo, (7’st Malomo), Tremolada (24’st Sala), Taddei. A disp.: Perin, Galano, Dumitru. All.: Piscedda.
ARBITRO: Studer (Sui).
ESPULSO: 9’st Albertazzi (I) per doppia ammonizione.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*