Eto’o spaventa l’Inter: “Potrei andarmene”. Il Liverpool di Dalglish su Cassano

Il richiamo della Premier League è indiscutibilmente affascinante.
Il football in Inghilterra è un’istituzione inviolabile, il pubblico non ha davanti a sé le fastidiose barriera a cui si assiste negli stadi italiani, fastidiose ma necessarie.
Oltremanica si può godere dello spettacolo del calcio da bordo campo e alle volte si riesce anche a stringere la mano di uno dei tanti campioni che impreziosiscono questo campionato.
Perciò sorprende, ma non meraviglia, pensare che Samuel Eto’o faccia l’occhiolino al campionato inglese.
L’attaccante nerazzurro si è confessato in questi giorni e ha dichiarato esplicitamente: “Ho alcune proposte, e ho anche un mese di vacanza per valutarle tutte e decidere cosa fare, anche perché ho 30 anni, è il mio ultimo grande contratto e bisogna vedere se devo restare o partire“; parole che sono franate come massi sul popolo interista, già sconvolto dal probabile addio di Leonardo.
Nonostante le rassicurazioni di Moratti (“Eto’o è incedibile”) queste dichiarazioni del bomber camerunese (poi in parte smentite in queste ore, ndr) rappresentano sicuramente un altro piccolo scricchiolio all’interno della corazzata interista, in quest’estate di calciomercato che si annuncia davvero bollente.
Se l’nter deve fare i conti con qualche problema interno, anche in casa rossonera c’è una questione da risolvere, ed è quella che riguarda Antonio Cassano, fuoriclasse barese e della nazionale, che sarebbe finito nel mirino del Liverpool.
Il club allenato da Kenny Dalglish il prossimo anno non giocherà in Champions, ma ha comunque grandi ambizioni per rinnovare la rosa. E perché non scegliere Fantantonio?
Le voci che sembrano portare il barese lontano da Milano sono smentite dal suo agente Giuseppe Bozzo Antonio sta benissimo al Milan”. Inoltre ci pensa anche Tassotti a confermare l’interesse dei rossoneri nel tenersi stretto Cassano Lo riteniamo un grandissimo campione. Gli consiglio di restare qui..”, ma aggiunge “poi quello che farà dipende più da lui che da noi”.
Per ora siamo ancora nel campo delle indiscrezioni di calciomercato, ma intanto il richiamo della Premier è sempre pronto a lasciare il segno. (Paola Prina)

Speak Your Mind

*