Dominio Bayern all’Olimpico. Roma strapazzata 7 a 1

Il Bayern dilaga con super RobbenNotte da incubo per la Roma di Garcia che, all’Olimpico, viene strapazzata per 7 a 1 (come accadde a Manchester 8 anni fa, ndr) dal Bayern Monaco di Pep Guardiola nella 3^ giornata del Gruppo E di Champions. Show dei bavaresi che chiudono il primo tempo sul 5 a 0 con la doppietta di Robben e le firme di Gotze, Lewandowski e Muller dal dischetto. Nella ripresa, sussulto giallorosso con Gervinho che riesce a piegare un super Neuer, poi ancora devastanti i tedeschi con le reti finali di Ribery e Shaqiri.
Un ko che fa male, nelle proporzioni e per come si è materializzato, ma la Roma è sempre in corsa per la qualificazione, grazie al regalo moscovita, con il 2 a 2 in rimonta contro il City alle 18. Giallorossi infatti secondi a 4 punti, alle spalle del Bayern, primo a 9, poi Citizens a 2 e Cska a 1.
E’ stata,comunque, una serata da dimenticare per i giallorossi, in un Olimpico da brividi, con i 65mila che hanno applaudito sempre e comunque, nonostante la batosta, i ragazzi di Garcia (che a fine match non ha stretto la mano a Guardiola, dirigendosi direttamente negli spogliatoi, ndr) come una pacca amica sulla spalla di una squadra che ha subito un frontale con un tir.
E il tir era quello bavarese, del Bayern, una corazzata, una super potenza che dopo pochi minuti (al 9′) è riuscita a trovare il gol, grazie al suo fenomeno olandese, Arjen Robben, bravo a rientrare sul sinistro e a trafiggere De Sanctis sul secondo palo.
L’occasione per il pari della Roma arriva subito. Palla filtrante per Gervinho che conclude in torsione, Neuer salva con un inervento strepitoso. Poteva essere l’inizio di un match diverso. Invece il Bayern ne approfitta subito, cinicamente, per portarsi sul 2 a 0. Gotze scambia al limite con Lewandowski e insacca con un rasoterra preciso.
Poi è lo stesso bomber polacco, su assist di Bernat, a fare 3 a 0. YangaMbiwa marca male l’ariete del Bayern per il quale è poi un gioco da ragazzi fare gol, a pochi passi dal portiere giallorosso.
E’ un monologo tedesco, e la Roma cade ancora. Ancora Robben, contro un Ashley Cole allo sbando, piega le mani di De Sanctis. Poi allo scadere arriva la “manita” della formazione di Guardiola, in un Olimpico ammutolito: fallo di mano di Manolas e calcio di rigore, trasformato alla perfezione da Muller per il 5 a 0 che chiude una frazione da incubo.
Fuori Totti e Cole ad inizio ripresa, e dentro Florenzi e Holebas. Qualche cosa migliora e, dopo un palo clamoroso colpito da Gervinho e una chance con Florenzi, non sfruttata (bravo ancora Neuer), arriva il gol giallorosso, firmato dall’ivoriano, di testa. Superman Neuer, questa volta, non può nulla.
La Roma insiste e va vicina ancora al gol con un tentativo di Pjanic, poi però è di nuovo monologo Bayern, con il neoentrato Ribery che sigla un’altra rete per i tedeschi con un morbido pallonetto su De Sanctis e Shaqiri che chiude con il 7 a 1. Una batosta. Da dimenticare. Subito.
Di seguito i risultati e marcatori del martedì di Champions:
CSKA Mosca – Manchester City 2-2
(28′ Aguero (M), 38′ Milner (M), 65′ Doumbia (C), 86′ rig. Natcho (C))
Roma – Bayern Monaco 1-7
(9′ e 31′ Robben (B), 24′ Gotze (B), 25′ Lewandowski (B), 35′ rig. Muller (B), 66′ Gervinho (R), 78′ Ribery (B), 80′ Shaqiri (B))
APOEL Nicosia – Paris Saint-Germain 0-1
(87′ Cavani (P))
Barcellona – Ajax 3-1
(7′ Neymar (B), 24′ Messi (B), 89′ El-Ghazi (A), 90+4′ S. Ramirez (B))
Schalke 04 – Sporting Lisbona 4-3
(16′ Nani (SP), 33′ Espulso Mauricio (SP), 34′ Obasi (SC), 51′ Huntelaar (SC), 60′ Howedes (SC), 63′ rig. e 78′ Silva (SP), 90+3′ rig. Choupo-Moting (SC))
Chelsea – Maribor 6-0
(13′ Remy (C), 23′ rig. Drogba (C), 31′ Terry (C), 54′ aut. Viler (C), 77′ rig.e 90′ Hazard (C))
BATE Borisov – Shakhtar Donetsk 0-7
(11′ Alex Teixeira (S), 27′ rig., 36′, 40′, 44′ e 80′ rig. Luiz Adriano (S), 35′ Douglas Costa (S))
Porto – Athletic Bilbao 2-1
(45′ H.Herrera (P), 58′ G.Fernandez (A), 75′ Quaresma (P))

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*