Di Natale trascina l’Udinese in Champions. Lazio, Inter e Napoli in Europa League

Ad Udine le stelle di Natale non durano solo a dicembre ma tutto l’anno. La stella pregiata di Totò Di Natale, che irradia il firmamento sopra il Massimino, in Catania-Udinese, nell’ultima giornata del campionato di Serie A, regala la matematica certezza del terzo posto per gli uomini di Guidolin e concede a lui stesso la meritatissima convocazione tra i 32 di Prandelli (se sei un tifoso dello sports betting puoi fare click e trovare molte più formazioni, non aspettare!).
La stella Di Natale porta un raccolto di fiori profumatissimi: 23 gol che con i 28 della passata stagione ed i 28 di quella precedente arriva ad un totale di 80 gol in tre stagioni che lo lanciano nell’olimpo dei bomber più forti di sempre.
Complimenti dunque a Totò e a Francesco Guidolin che con i gol ed il sudore vanno ai preliminari di Champions. Il complesso Arsenal, che lo scorso anno eliminò i friulani, è stato ampiamente superato dai ragazzi bianconeri che hanno vissuto tutta la stagione ai vertici e che hanno anche avuto l’impegni di Europa league fino alla gara poi persa contro l’Az.
L’Udinese va in Champions perchè è forse quella che ci ha creduto di più e che, se ha perso punti, li ha subito recuperati nel fortino del Friuli. La Lazio che batte l’Inter ma non raggiunge, per il secondo anno consecutivo, la Champions (con un Klose in campo cosa sarebbe successo?), deve fare molti mea culpa per i troppi punti gettati alle ortiche.
I biancocelesti hanno perso il treno Champions nella gara di ritorno del Friuli dove poi persero un pochino la testa. Non va in Champions l’Inter, una vera e propria novità (per rivederla in UEFA bisogna risalire alla stagione 2004-05) rispetto alle scorse annate.
L’Atletico Madrid intanto fresco vincitore del trofeo europeo fa sapere che vincere quella coppa non è affatto una cosa di livello inferiore. Brava Udinese per aver raggiunto la possibilità di entrare nel tabellone principale della prossima Champions ma Inter, Lazio e Napoli (che si era perso a Bologna domenica scorsa dopo un’ottima rimonta) godetevi l’Europa League, non più cenerentola tra le competizioni continentali. (Luca Savarese)

Speak Your Mind

*