Derby della Mole Juve-Toro e Inter-Roma, sabato super in Serie A

Marchisio torna titolare nel derbyPoche ore e per la 71^ volta (in Serie A e in casa dei bianconeri) sarà Derby della Mole tra Juventus e Torino, primo anticipo dell’11^ giornata. I bianconeri sono obbligati a vincere per riscattare il ko del Mapei col Sassuolo e rilanciarsi in classifica, gara importante anche per Max Allegri la cui panchina inizia a scricchiolare (decisive la sfida di oggi e quella col Borussia). Alle 20 e 45 poi elettrizzante sfida a San Siro tra Inter e Roma.
Partiamo, dunque, dallo Juventus Stadium dove alle 18 andrà in scena la stracittadina. Nei 70 precedenti (sempre a casa della Signora), tendenza nettamente favorevole ai bianconeri che sono usciti con i tre punti ben 36 volte, contro le 16 dei granata, 18 invece i pareggi. VidalPirlo (uno ora al Bayern e l’altro negli Usa in MLS) lo scorso anno fu la coppia gol che decise il 2 a 1 finale a favore della squadra di Allegri, con il Toro matato dalla conclusione del regista bresciano dopo lo straordinario pari di Bruno Peres, arrivato al termine di un fantastico coast to coast con conclusione finale imprendibile per Storari.
L’ultima vittoria granata, sul campo della Juventus, risale alla stagione 1994-95, e fu sempre con lo stesso punteggio, un 2 a 1 deciso dalla doppietta di Rizzitelli e dall’autorete di Maltagliati a favore dei bianconeri.
2,69 (188 reti in totale) è la media gol dei derby della Mole, a dimostrazione dello spettacolo e delle emozioni che spesso e volentieri caratterizzano le sfide tra le due compagini torinesi, con l’over 2,5 (per tutti gli scommettitori) che è uscito in ben 6 occasioni negli ultimi dieci incontri.
Passando alle formazioni, Allegri dovrà rinunciare a Lichtsteiner, Asamoah e Pereyra infortunati, oltre che allo squalificato Chiellini, espulso contro il Sassuolo per doppia ammonizione. Spazio, dunque, all’ex Empoli, Rugani insieme a Barzagli e Bonucci, a centrocampo i rientri importanti di Khedira e Marchisio (nella foto) in avanti Dybala e Mandzukic lottano per una maglia, al fianco di Morata. Farnerud, Maksimović, Avelar, Jansson, Obi e Gazzi, queste invece, le defezioni in casa Toro, con Ventura che ripropone Quagliarella insieme a Maxi Lopez.

LE PROBABILI FORMAZIONI
Juventus (4-3-3): Buffon; Barzagli, Bonucci, Rugani, Evra; Khedira, Marchisio, Pogba, Cuadrado, Dybala, Morata. All.: Allegri.
Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Zappacosta, Benassi, Vives, Baselli, Bruno Peres; Maxi Lopez, Quagliarella. All.: Ventura.

In serata, a San Siro, nel secondo big match di questo sabato di Serie A, l’Inter di Mancini, reduce dal blitz di Bologna firmato Icardi, sfida la capolista, la Roma di Garcia, reduce da 5 vittorie consecutive, ultima delle quali quella per 3 a 0 contro l’Udinese nell’infrasettimanale di Mercoledì, e prima con 23 punti contro i 21 dei nerazzurri.
A Milano si affrontano la squadra meno battuta del torneo (l’Inter, con 7 gol subiti) e quella più volte a segno (la Roma, con 25 gol realizzati in 10 gare) e lo fanno per l’85^ volta: negli 84 precedenti bilancio nettamente favorevole all’Inter che si è imposta ben 44 volte (ultima vittoria quella dello scorso 25 aprile per 2-1 con reti di Hernanes, pareggio di Nainggolan e prodezza di Mauro Icardi).
Ben 25 i pareggi, anche se la X è assente dal 17 Settembre 2011 quando Gasperini, esordiente a San Siro (poi l’allenatore nerazzurro venne esonerato 4 giorni dopo a causa del clamoroso ko di Novara, ndr) fece 0 a 0 contro i giallorossi di Luis Enrique, mentre ’ultima delle 14 vittorie della Roma a San Siro risale alla stagione 2013-2014 (doppietta di Totti e tris finale di Florenzi).
Passando alle formazioni, Garcia riabbraccia Salah, dopo lo stop per un turno a causa del rosso di Firenze, e recupera De Rossi. Probabile conferma per il 4-3-3 con Florenzi in difesa e Maicon in panchina, nonostante la bella prova con gol contro l’Udinese. A centrocampo De Rossi-Pjanic e Nainggolan, in avanti Salah e Gervinho ai fianchi del gigante bosniaco Edin Dzeko.
Mancini pensa, invece, ad un dietrofront in fatto di moduli. Si dovrebbe tornare al 4-3-1-2 con Perisic dietro Icardi e Jovetic, in vantaggio su Ljajic. Con Felipe Melo squalificato, a centrocampo rientra il cileno Medel davanti alla difesa, mentre è lotta aperta tra Brozovic e Kondogbia per il posto da interno sinistro con Guarin dall’altro lato. Torna anche Murillo al centro della difesa (in coppia con Miranda), sulle fasce Santon in pole su Nagatomo, a sinistra Juan Jesus.

PROBABILI FORMAZIONI
Inter: Handanovic; Santon, Miranda, Murillo, Juan Jesus; Guarin, Medel, Brozovic; Perisic, Jovetic; Icardi. All.: Mancini.
Roma: Szczesny; Florenzi, Rudiger, Manolas, Digne; Nainggolan, Pjanic, De Rossi; Salah, Dzeko, Gervinho. All.: Garcia.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*