Derby a Liverpool e Tottenham, Sturridge fa volare i Blues. Qpr sommerso dal Fulham

La settima giornata di Premier League ha aperto con il derby di Liverpool, che ha visto sconfitto per 2-0 l’Everton tra le mura amiche del Goodison Park, ed ha continuato a suon di goals, dal 6-0 del Fulham al QPR, al 5-1 del Chelsea sul Bolton, sino al 4-0 del Manchester City sul Blackburn Rovers.
La partita tra le due concittadine di Liverpool ha visto trionfare i i Reds allenati dal Kenny Dalglish, che sono andati a segno al 71′ grazie a Andy Carroll, risultato completato da Luis Suarez all’82’ per il 2-0. Match intenso, come ogni derby cittadino, che ha ripagato l’impegno e il gioco dei Reds con il successo e i tre punti, più falloso e meno incisivo l’Everton di David Moyes.
Rispetto ai più e più goals segnati dal Fulham, dal Chelsea e dal Manchester City, tutte le altre sfide sono state vinte con 2 sole reti: Aston Villa-Wigan Athletic è stato deciso da Agbonlahor nel primo tempo, e concluso da Bent al 62′.
Swansea City-Stoke City è stato un match abbastanza equilibrato, anche se alla fine i cigni del Liberty Stadium hanno saputo finalizzare meglio le proprie occasioni, così Sinclar, su rigore al 9′, e Graham all’85’ hanno chiuso l’affare e messo in cascina i punti.
All‘Old Trafford il Manchester United ha chiuso la pratica con il Norwich City sul 2-0, grazie ad Anderson e Welbeck, quest’ultimo cresciuto nelle giovanili dello United, sbloccando il risultato nella seconda frazione di gioco.
Tottenham-Arsenal è uno dei tanti derby della capitale inglese: gli hotspurs e i gunners sono entrambi team dei quartieri nord di Londra. Nella domenica di Premier la formazione di Redknapp al White Heart Lane è riuscita ad aggiudicarsi il match contro l’Arsenal per 2-1, con Van Der Vaart al 40′, parziale recuperato poco dopo la ripresa da Ramsey, ma definitivamente chiuso da Walker al 71′, in una partita ben giocata da entrambe le parti.
Sunderland-West Bromwich Albion poteva essere il match delle beffe per i black cats perchè in appena 5′ si trovava già sotto di due goals: Morrison e Long hanno steso lo Stadium Light, se non fosse che la reazione degli uomini di Steve Bruce abbia portato a recuperare lo svarione inziale, con i sigilli di Bendtner e Elmohamady al 24′ e al 26′.
Wolverhampton-Newcastle è stata una partita già chiusa nel primo tempo, perchè Ba Demba e Gutierrez in 38′ hanno messo a segno 2 goals. E’ andata fin troppo bene al team di Alan Pardew, che ha rischiato di più nella ripresa, tanto che i padroni di casa hanno avvicinato il risultato con Fletcher.
Il Fulham ha trovato energie, movimenti, goals contro la neopromossa londinese del QPR, guidata da Warnock: 3-0 già nei primi 45′ di gioco con Johnson, autore di una tripletta, in rete a 2′ dal fischio inziale, a cui è seguito un rigore al 20′ messo a segno da Murphy; il 6-0 finale è frutto di Dempsey e Zamora.
Anche tra le fila dei blues c’è stato un protagonista assoluto nel tabellino dei marcatori: Frank Lampard, giocatore di esperienza e faro del Chelsea, che con una tripletta ha lasciato il suo marchio sul risultato: 5-1 nel Reebok Stadium del Bolton , che soltanto al parziale del 4-0 ha trovato il goal con Boyata, ma contributo indispensabile per la vittoria del team di Villas Boas è stata la doppietta di Sturridge.
E ultimo ma non ultimo il Manchester City di Mancini, che ha piegato, anche senza il merito di “El KunAguero, i Blackburn di Steve Kean con un 4-0 firmato da Johson, Balotelli, Nasri e Savic. (Paola Prina)

Speak Your Mind

*