Croazia ok con Modric. Turchia stesa dal gioiello Galattico

Magia di Modric, Croazia vittoriosaUna stoccata volante di destro, dalla distanza, del fuoriclasse del Real Madrid, Luka Modric, stende una Turchia battagliera ma fumosa, soprattutto in avanti, e regala alla Croazia la posta in palio nel primo match del Girone D, che comprende anche Spagna e Repubblica Ceca in campo Lunedì alle 15.
Partenza positiva, dunque, da parte dei ragazzi di Cacic, che si sono resi più volte pericolosi e hanno colpito anche due traverse (da Srna su punizione e di testa da Perisic) La Turchia ci ha provato, sia all’inizio, che nella situazione di svantaggio, ma ha “sparato a salve” e si è dovuta arrendere al verdetto del campo.
30 minuti di una discreta Turchia (che al 29′ spreca una clamorosa chance con Tufan, ndr), poi esce fuori il mix di tecnica e qualità della banda di Cacic, guidata in regia da Modric e pericolosa sulle corsie laterali con Perisic e Srna, mentre Mandzukic è il prezioso riferimento al centro dell’attacco.
La rete del successo nasce da un cross di Rakitic messo fuori malamente da Selçuk Inan, Modric non ci pensa due volte e colpisce al volo da 25 metri. La palla rimbalza davanti a Babacan che si lascia sorprendere, Croazia in vantaggio a pochi giri d’orologio dalla fine della prima frazione.
Nella ripresa, sostanzialmente, la Turchia non si vede. I ragazzi di Terim mostrano grande grinta ma non riescono a costruire occasioni importanti dalle parti di Subasic, mentre i croati si divorano più volte il raddoppio. Srna colpisce una traversa su punizione (52′) e sfiora il gol dopo una discesa di Perisic (55′) che, a sua volta, prende la trasversale di testa (72′).
Brozovic fallisce una clamorosa occasione davanti al portiere (83′) per poi sfiorare il super gol poco dopo. Finisce 1 a 0 per la Croazia, vittoriosa con merito e grazie ad una prestazione nella quale ha evidenziato un grande ritmo, idee interessanti e un potenziale notevole.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*