Coppa Italia, Semifinale Andata: Vucinic bis in negativo, Stankovic non perdona

Ieri sera allo stadio Olimpico di Roma l’Inter si è portata a casa un piccolo meritato successo, grazie ai piedi caldi di Dejan Stankovic. 1-0 per Leonardo nella semifinale d’andata di Coppa Italia, risultato che vale se non altro a risollevare il morale cupo di queste settimane. Montella invece deve fare i conti con un’altra sconfitta, dopo quella subita, sempre tra le mura amiche, nell’anticipo di sabato con il Palermo. (2-3).
Entrambe le squadre sono apparse diverse da quelle degli anni passati, l’Inter è solo un bagliore della Grande del triplete, mentre la Roma volge già testa e gambe al futuro. In questa partita d’andata (il ritorno a San Siro sarà il 10 maggio) diversi sono stati i colpi di scena, ma nessuno ad effetto: l’Inter centra la porta nei primi minuti di gioco, ancora una volta con una giocata, giudicata sporca, di Stankovic. Il serbo spinge in area il difensore della Roma. Rete annullata e il gioco riprende.
Sullo 0-0 è però il montenegrino Vucinic a sbagliare, clamorosamente, un goal sotto porta, più difficile da sbagliare che da fare. Un errore che al centravanti giallorosso è costato con sonori fischi da parte della tifoseria, e nessun altro tentativo di rifarsi è andato poi a buon porto.
Ma nemmeno l’Inter si è fatta mancare errori sotto porta: Pazzini entrato al posto di Milito nel corso del secondo tempo, non centra la rete e butta la palla direttamente verso Doni, uscito tempestivamente vista l’azione di contropiede guidata dal solito Sneijder.
Partita maestrale quella di Lucio, il suo posto in difesa è inossidabile e quando si improvvisa punta a mancargli è solo il goal. De Rossi risulta fin troppo ordinario, poco brillante nella notte olimpica e quando una mano un po’ distratta tocca il pallone in area avversaria, nonostante le proteste dei nerazzurri, Rizzoli non assegna il rigore, e l’erede di Totti la passa liscia.
Insomma nella stanchezza generale è l’Inter a uscirne vincente, recuperando energie e voglia di chiudere questa annata con un’altra coppa, non va dimenticato il Mondiale per Club vinto con l’ex tecnico Benitez ad inizio stagione. La Roma dovrà inventarsi qualcosa in più per accedere alla finale di Coppa Italia, soprattutto perché con la condizione mostrata ieri sera all’Olimpico, i giallorossi non si sono resi pericolosi e in grado di intimorire un avversario che in più occasioni hanno saputo dominare. (Paola Prina)

Speak Your Mind

*