Coppa Italia: Roma-Inter, ultima spiaggia. Borriello rileva Totti, Eto’o out per infortunio

A Roma non si parla d’altro che di futuro da quando Tom di Benedetto ha acquistato la Magica. C’è un vento di cambiamento che soffia da sud a nord, da Roma a Milano, dove l’Inter si trova in affanno e l’aria è ormai stantia. Rivoluzioni e trasformazioni per due squadre che negli ultimi cinque anni hanno dominato il panorama calcistico, principalmente nel contesto nazionale, ma che ora si trovano ad arrancare, facendo i conti con il ritrovato dinamismo delle concittadine: Lazio e Milan.
Questa sera dalle 20:45 all’Olimpico si scoprirà se il vento virerà verso Roma o verso Milano, nella prima delle due semifinali di Coppa Italia. (domani invece giocheranno Milan e Palermo). È l’ultima spiaggia per giallorossi e nerazzurri, ultima vera occasione per risvegliare una stagione deludente e fallimentare come questa ancora in corso, al cui finire ci sono ancora cinque partite, tutte piuttosto delicate e compromettenti per la prossima stagione, non tanto in Serie A, quanto in Europa, ovvero Champions ed Europa League.
L’Inter ha sicuramente tra i ricordi più recenti la finale di Coppa Italia dello scorso anno, vinta contro la Roma di Ranieri per 1-0 grazie al Principe Milito, quello che quest’anno ha troppe volte abdicato, causa una preparazione deficitaria, ostacolata da continui infortuni. Quella finale all’Olimpico viene anche ricordata, sfortunatamente, per un gesto di nervosismo e impulsività di capitan Totti, che prese a calci il “povero” Balotelli.
Sedevano sulle rispettive panchine di Roma e Inter, Ranieri esonerato in questa stagione, per la mancata realizzazione di successi e obiettivi, e Mourinho, partito per Madrid tra lacrime e incomprensioni, più che con la squadra, con il paese ospitante, (forse anche per soldi e brama di vincere ovunque?).
Ora il presente parla il linguaggio di Montella, l’aeroplanino di Roma, amato come calciatore, come bandiera dei giallorossi, mentre Leonardo, brasiliano dal passato rossonero, convertitosi alla fede nerazzurra, governa l’armata interista. Entrambi sportmen e signori al di fuori dei campi da gioco. Entrambi con un peso quasi opprimente sulle spalle, presidenti, tifosi e perché no, loro stessi, si aspettano la svolta questa sera all’Olimpico, hanno bisogno di una finale salva-stagione. (e salva-panchina?).
È questione di ore per scoprire chi avrà il vento a proprio favore e chi invece subirà la bufera del vaso di Pandora, che dai giallorossi o dai nerazzurri verrà scoperchiato questa sera allo stadio Olimpico. (Paola Prina)

Le probabili formazioni di Roma-Inter:
Roma (4-2-3-1): Doni; Cassetti, Juan, Burdisso, Riise; Pizarro, De Rossi; Taddei, Perrotta, Vucinic; Borriello. All.: Montella.
Inter (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Ranocchia, Nagatomo; J. Zanetti, Cambiasso, Stankovic; Sneijder; Milito, Pazzini. All.: Leonardo.
Arbitro: Rizzoli di Bologna.

Speak Your Mind

*