Coppa Italia: Inter-Roma, le ultime. Totti squalificato tocca a Borriello, Zanetti a quota 1000

Ieri, al termine di una gara emozionante e ricca di occasioni da rete, il Palermo ha conquistato l’accesso alla sua terza finale (ultima volta nel ’79) di Coppa Italia, a spese del Milan, fresco campione d’Italia, piegato al Barbera per 2 a 1 dopo il pari di San Siro nel match di andata (2-2).
Questa sera, invece, al termine di Inter-Roma, nel “retour match” della seconda semifinale, si conoscerà l’avversaria dei rosanero nella finale romana del 29 maggio prossimo. Per poter essere presenti, però, all’ultimo atto della competizione, per la 16° volta (grande tradizione per i giallorossi in questa manifestazione, vinta nove volte) i ragazzi di Montella devono ribaltare la sconfitta dell’andata, lo 0 a 1 dell’Olimpico deciso dalla rete, come al solito mai banale, del centrocampista serbo Dejan Stankovic. Per quanto riguarda il passato, sono 93 i precedenti ufficiali tra Inter e Roma a Milano, con bilancio di 54 successi dell’Inter, 25 pareggi e 14 vittorie della Roma (ultima 1-0, nella supercoppa del 2007).
Tanti i dubbi che ancora tormentano i due tecnici, Montella da una parte e Leonardo dall’altra, ma sicuramente, in casa Inter, non mancherà l’inossidabile capitan Zanetti che, tra club, nazionale e giovanili, raggiunge quota 1000. Una cifra davvero incredibile. Sarà lui a guidare i compagni verso la finale, mentre mancheranno Sneijder e Stankovic, infortunati e non convocati da Leo, mentre Ranocchia sarà out per squalica.
Al posto dell’azzurro ci sarà Chivu, in coppia con Lucio, mentre Maicon e Nagatomo agiranno sulle corsie. Il marocchino Kharja (anche se retsa in piedi l’ipotesi Coutinho) sarà probabilmente il sostituto dell’olandese sulla trequarti, mentre ZanettiCambiasso e Motta andranno a formare il terzetto di centrocampo. In attacco si rinnova la coppia Eto’o-Milito, con Pazzini pronto a subentrare in caso di necessità.
In casa giallorossa, invece, a tre giorni da quel Roma-Milan finito 0-0 e che ha consegnato lo scudetto ai rossoneri, la squadra allenata da Montella e orfana, ancora una volta, del suo capitano Francesco Totti (squalificato), l’uomo più in forma del momento nella compagine capitolina, torna a sfidare una milanese, ma di colori nerazzurri vestita. L’obiettivo è quello di ribaltare il risultato dell’andata, che la vede sotto per 1 a 0, e per far questo, l’aeroplanino si affida ad un ex rossonero, Marco Borriello, che sarà il terminale offensivo della Roma di questa sera e che cerca il goal perduto da oltre tre mesi. Alle sue spalle Vucinic, al quale il tecnico concede un’altra chance nonostante i tanti errori in fase realizzativa.
A centrocampo si rivedranno sia De Rossi che Perrotta, indisponibili in Serie A per squalifica. Il primo sarà in cabina di regia, insieme a Pizarro, mentre il secondo agirà sulla trequarti insieme a Simplicio (squalificato anche Taddei) e il montenegrino Vucinic. In attacco, come detto, Borriello unica punta. Ancora panchina per il francese Menez, i cui rapporti con Montella sono sempre più gelidi.
Ecco le probabili formazioni di Inter-Roma (San Siro ore 20.45):
INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Chivu, Nagatomo; J. Zanetti, Cambiasso, T. Motta, Kharja (Coutinho); Milito, Eto’o. A disp.: Castellazzi, Materazzi, Mariga, Thiago Motta, Coutinho (Kharja), Pandev, Milito. All.: Leonardo.
ROMA (4-2-3-1): Doni; Rosi, N. Burdisso, Juan, Riise; De Rossi, Pizarro; Perrotta, Simplicio, Vucinic; Borriello. A disp.: Lobont, Loria, Castellini, Greco, Viviani, Caprari, Menez. All.: Montella.
ARBITRO: Orsato di Schio.

Speak Your Mind

*