Coppa America, partenza “rabiosa”. Schermaglie Brasile-Argentina, scandalo Messico

Il ritmo latinoamericano sta già muovendo i suoi passi calienti e passionali dentro le nostre case, perché la Coppa America ha finalmente avuto inizio. Merito anche della colonna sonora “Rabiosa”, hit vivace e frizzante della suadente Shakira, affinchè questo trofeo, tra i più longevi nella storia del calcio, meriti di non essere perso nell’estate 2011.
Parte tutto dalle strade di Buenos Aires, solcate da fenomeni passati e presenti, come Maradona e Messi, e proprio quest’ultimo aprirà le danze nella sfida con la Bolivia oggi. (in Italia alle ore 02:45).
Le favorite di questa prestigiosa Coppa America, neanche a dirlo, sono quattro: Argentina, Brasile, Uruguay e Cile.
Il Brasile si presenta come campione in carica, mentre i padroni di casa sono più che mai affamati di rivincita dalla finale persa nel 2007 con un sonoro 3-0. Proprio in Venezuela la nazionale verdeoro segnò sul proprio palmares l’ottava Copa America, avvicinandosi alle 14 perle dell’Argentina.
Messi ha rilasciato un’intervista piuttosto esplicativa “non possiamo fallire” e quando è il campione dei campioni del calcio moderno a dettar legge, non ci si può tirare indietro. Che cosa risponderanno Neymar, Ganso, Maicon, Kakà? Ogni risposta a suo tempo, ragion per cui non perdersi nemmeno un minuto di questo calcio spettacolo.
Si è parlato molto dell’Uruguay, che dopo l’ottimo Mondiale disputato in Sudafrica, si presenta con il “matador” Cavani nel girone C del torneo. Girone più che sfizioso, nonché particolarmente insidioso per le squadre estratte, perché Perù, ma soprattutto Messico e Cile, che si affronteranno il 4 luglio, entreranno nel vivo dell’atmosfera di questo storico trofeo.
Il Messico, dopo lo scandalo dei giocatori scoperti con delle prostitute, ha modificato i propri piani, presentandosi ufficialmente a questa Coppa America con una nazionale giovane e fresca, una vera e propria “under 22″.
Il Cile invece si farà vanto del suo fiore all’occhiello Alexis Sanchez che scenderà in campo con i riflettori puntati addosso, essendo di fatto l’uomo di mercato di quest’estate; con lui ci sarà anche Luis Jimenez, che ha detto addio all’Italia per approdare negli Emirati Arabi all’Al Ahli. (Paola Prina)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

17total visits,1visits today

Speak Your Mind

*