Contro il Viktoria il Milan ritrova Ibra. Qualche minuto per il baby Ganz?

Come svegliarsi da un piacevole sogno. Così è il primo Milan casalingo di Champions. Dopo il pareggio insperato in terra catalana, ecco la prima avventura tra le mura amiche, dove, i rossoneri attendono il Viktoria Plzen, squadra rivelazione dello scorso torneo ceco, in cui si portò a casa titolo e coppa nazionale.
I tifosi rossoneri fino ad ora di Viktoria conoscevano solo il nome della moglie di David Beckam, ex rossonero. Si sa però, il Trabznospor insegna, che oggi nessuna formazione, specialmente nel regno della Champions, va sottovalutata e poco considerata. Per questo Allegri cocccola di nuovo Ibra, pronto a dire la sua quest’anno anche sui terreni dell’Europa continentale.
Lo svedese sarà affiancato da Cassano, che si sta ritagliando un nuovo ruolo di riferimento nella squadra campione d’Italia e ,l’altra punta che probabilmente calcherà il manto erboso del Meazza nell’esordio interno di Champions, visto il veto imposto al faraone El Sharaawy e alla leggenda Inzaghi (ma si può?) sarà Simone Andrea Ganz, figlio del mitico Maurizio, bomber rossonero dello scudetto favola del 1999, quando in panchina c’era Zaccheroni.
Con Zac, Ganz segnava spesso tanto che gli fu presto data l’etichetta milanese di “El segna semper lu“, facilmente traducibile. Oggi il sangue e la carne di Maurizio saranno nel corpicino di Simone che, dopo valanghe di gol negli allievi, è pronto ad annusare addirittura il profumo di Champions.
Quando Maurizio vinceva lo scudetto con il Milan, Simone aveva sei anni. Ora è pronto ad esordire, dalla porta principale e non sarà più lui a vedere papà ma papà a vedere lui. Generazioni di calcio a confronto. Storie di figli d’arte, come Bruno e Daniele Conti o meglio figli di chi ha amato il calcio come un’ arte. La Milano rossonera che quest’anno vuole concedersi una lunga navigazione europea, spera che Ganz junior abbia la stessa stoffa di Ganz senior. Anche gli stessi gol in canna. (Luca Savarese )

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*