Continua la favola della Costa Rica. Super Navas, Grecia piegata ai rigori

Costa Rica ai quarti, domata la Grecia ai rigoriQuesta Costa Rica non si ferma più. Dopo aver vinto a sorpresa il proprio Girone (che comprendeva Italia, Inghilterra e Uruguay, ndr) ed essere approdata agli ottavi, la nazionale allenata dal colombiano Jorge Luis Pinto supera la Grecia ai calci di rigore (decisivo il penalty parato a Gekas da uno strepitoso Navas, ndr) e vola per la prima volta nella propria storia ai quarti di finale dove troverà l’Olanda di Van Gaal.
Continua, dunque, la favola della nazionale centro-americana che, contro la Grecia di Santos, trova per prima il vantaggio. Dopo un primo tempo avaro di grandi emozioni (eccezion fatta per una gran parata di Navas, eroe costaricense ai rigori, su Salpingidis), la prima accecante, arriva al 49′ e la regala la Costa Rica.
Bolanos, imprendibile, va via sulla sinistra e poi serve al centro, poco prima dell’ingresso in area, Ruiz. Il capitano dei “Ticos“, che aveva punito l’Italia, punisce anche la Grecia con un rasoterra “da biliardo” (palla che rotola dolcemente in fondo al sacco con Karnezis impietrito. Grecia sotto e costretta a rincorrere.
Graziata, nei minuti successivi di sbandamento, dall’arbitro (tocco di mano evidente di Torosidis non visto dal direttore di gara, ndr), la Grecia si porta in attacco, con gli ingressi di Mitroglou e Gekas, a far compagnia a Samaras.
L’aiutino, però, arriva da Oscar Duarte, terzino della Costa Rica. Già ammonito, il difensore dei Ticos guadagna ingenuamente il secondo giallo, con un intervento falloso su Holebas, e la via anticipata verso gli spogliatoi.
A questo punto la Grecia si riversa in massa in avanti e al 91′ viene premiata: Gekas si gira in area, Navas compie una gran parata, poi però l’ex Genoa Papastathopoulos non sbaglia e sigla l’1 a 1. Prima gioia con la Grecia per il difensore greco e primo gol su azione subito dalla Costa Rica, dopo il rigore di Cavani all’esordio.
E’ una rete, però, fondamentale, che regala alla Grecia i supplementari quando ormai sembrava finita. E nell’overtime, con la Costa Rica stanca, la Grecia ci prova: occasionissima allo scadere del secondo supplementare, Mitroglou però trova un muro chiamato Keylor Navas. E si va ai calci di rigore.
Dove i giocatori, nonostante la stanchezza, si dimostrano infallibili. O quasi. Perchè Gekas conclude forte ma a mezza altezza e Navas con il guantone la manda via. Poi tocca ad Umana: conclusione secca e gol. La Costa Rica vola ai quarti, prima storica qualificazione tra le 8 per i Ticos chiamata ora al difficile esame di olandese. La Grecia torna invece a casa.

Speak Your Mind

*