Colombia avanti con Rodriguez, fuori l’Uruguay. Cafeteros nei quarti con il Brasile

Una doppietta di Rodriguez lancia la Colombia ai quartiUna doppietta pazzesca dell’attaccante del Monaco, classe 1991, James Rodriguez, ora leader della classifica marcatori con 5 reti in solitaria (ha staccato Messi, Neymar e Muller, fermi a 4, ndr), regala alla Colombia la storica qualificazione ai quarti di finale, che saranno il 4 Luglio p.v., a Fortaleza, contro il Brasile, il quale ieri pomeriggio l’ha spuntata contro il Cile solamente grazie ai calci di rigore.
Fuori dai giochi, invece, l’Uruguay del maestro Tabarez. La “Celeste“, dopo aver giustiziato l’Italia con Godin, ma aver perso per squalifica Suarez (ricordiamo che nella Colombia manca bomber Falcao per infortunio, ndr), cade di fronte l’avanzata de Los Cafeteros i quali, trascinati dalle prodezze de “El Diez” Rodriguez (fantastico il primo gol che vi racconteremo a breve, ndr), proseguono l’avventura a Brasile 2014 con grande merito.
Al Maracanà, dunque, è la Colombia a far festa. I ragazzi di Pekerman conquistano il pass per i quarti, a spese dell’Uruguay, grazie ad una grande prestazione che ha trovato coronamento nella vena realizzativa di Rodriguez. Proprio al 29′ il monegasco s’inventa il gol del vantaggio: stop di petto, spalle alle porte, appena fuori dall’area di rigore, e poi girata con il sinistro, di collo pieno. La palla schizza veloce e s’insacca sotto la traversa, con l’ex laziale Muslera vanamente proteso in tuffo.
L’Uruguay prova a rispondere. Cavani sfonda a destra e crossa al centro per l’accorrente Cristian Rodriguez, anticipato in angolo da Sanchez. Ancora in evidenza il Matador, il più attivo della Celeste, questa volta su punizione ma palla alta sulla traversa. Al 38′, infine, tiro-cross di Alvaro Gonzalez respinto da Ospina, Cavani tenta la deviazione di testa ma senza riuscirvi.
4 minuti nella ripresa e, ancora con James Rodriguez, la Colombia legittima il risultato. Azione pazzesca della nazionale di Pekerman: Jackson Martinez sfonda a sinistra, poi serve Armero che crossa, sponda di Cuadrado e tocco vincente di Rodriguez per il 2 a 0. Chapeau.
L’uruguay tenta di rientrare in gara. Ancora Gonzalez prova la conclusione, ma Ospina non si lascia sorprendere e respinge la minaccia. Poi è Cristian Rodriguez a tirare dalla lunga distanza, e ancora Ospina salva con un ottimo intervento.
L’Uruguay insiste e, al 35′ della ripresa costruisce l’occasione più nitida: Rios premia l’inserimento in area di Pereira: assist perfetto che mette il compagno solo davanti a Ospina, bravo a respingere in uscita. E’ l’ultimo respiro dell’Uruguay che si arrende alla Colombia. Los Cafeteros brindano alla storica qualificazione ai quarti e ora si preparano per il Brasile. La Celeste, invece, torna a casa.

Speak Your Mind

*