Cifra record, Aguero al City per 43 milioni. Parole rivoluzionarie dal Kun: “Sono il Che Guevara del pallone”

Sergio Aguero è il giocatore più pagato nella storia del Manchester City (eguagliando il record di Robinho, costato 43 milioni nel settembre del 2008) e il secondo di tutta la Premier League (il primato spetta a Fernando Torres, passato dal Liverpool al Chelsea per 58 milioni lo scorso gennaio).
Sono 43 i milioni pretesi dall’Atletico Madrid per far approdare il genero di Diego Maradona alla corte di Mancini. Squadra spagnola che comunque non ha gradito il modo in cui Aguero se n’è andato, tanto che il tecnico Gregorio Manzano lo ha accusato di “mancanza di classe e poca professionalità“.
Milioni che vanno ad aggiungersi ai 50-52 (pari a oltre 200mila sterline a settimana) dello stipendio quinquennale che spetterà a paperone-Aguero. Soldi che però l’attaccante dice di valere tutti, sostenendo di “pensare come un vincente” e di voler portare la rivoluzione nel calcio, al punto che preferisce essere chiamato il “Che Guevara del pallone” piuttosto che l’erede dell’immortale Maradona (“nessuno sarà mai come lui”, ammette).
Annuncio arrivato via Twitter, con lo stesso Aguero che comunica sulla sua pagina il trasferimento, subito dopo le visite mediche eseguite ieri e durate 3 ore, ringraziando club e tifosi per l’accoglienza ricevuta e rivelando anche che vestirà la maglia numero 16. (Camilla Vignoli)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

22total visits,1visits today

Speak Your Mind

*