Chelsea e Arsenal cercano la qualificazione. Il Milan a Borisov con la testa a Cassano

Mentre Antonio Cassano è ricoverato al Policlinico milanese per un ictus ischemico che lo ha colpito poche ore dopo la gara con la Roma (dopo essere sceso dall’aerero, nel viaggio di ritorno a Milano, ndr), il Milan si prepara ad affrontare i campioni di Bielorussia del Bate Borisov con l’intenzione di chiudere il discorso qualificazione e giocarsi poi il primo posto nella supersfida del 23 novembre contro il Barcellona. La testa dei giocatori e dirigenti rossoneri è a Fantantonio, le gambe cercheranno di vincere questo match e dedicarlo al campione barese per un pronto rientro sui campi di calcio.
Dopo questa doverosa introduzione, passiamo alla sfida che apre la quinta giornata di Uefa Champions League. Si parte con un match del Gruppo G, infatti al Petrosky Stadion si affrontano lo Zenit di Spalletti e lo Shakthar di Lucescu. Le due squadre sono in forma e reduci da dei preziosi successi in campionato. Il secondo posto comune nel girone, a quota 4, potrebbe determinare dunque un pareggio come risultato finale.
Sempre nello stesso gruppo si affrontano la sorpresa di questa Champions League, il team cipriota dell’Apoel e un’altra sorpresa della competizione, ma in negativo, ovvero il Porto fanalino di coda del gruppo. I ciprioti sono davvero in grado di riuscire a battere i portoghesi? Io penso che possa accadere poichè hanno molte potenzialità e giocatori di qualità.
Nel Gruppo H (quello del Milan) si affrontano il Viktoria Plzen e il Barcelona, i cechi sognano ma con la squadra di Pep Guardiola i sogni sono destinati a svanire perchè siamo ragionevolmente certi che la corazzata dei catalani si sbarazzerà, senza alcun problema, della squadra campione della Repubblica Ceca.
Al Mestalla si sfidono Valencia e Bayer Leverkusen. Gli spagnoli hanno bisogno di punti importanti per sperare in una qualificazione improbabile visto che la squadra di Emery si ritrova a -4 dalla squadra tedesca. Diamo fiducia, in questo caso, al Valencia e mettiamo un 1 nella nostra schedina ideale, per quanto concerne questa sfida con le Aspirine.
Alla Genk Arena la squadra belga ospita gli inglesi del Chelsea; i Blues con una vittoria metterebbero in cassaforte gli ottavi di finale, ma il Genk è squadra insidiosa e con un pò di fortuna potrà riuscire a strappare il pareggio alla squadra di Villas Boas., che peraltro non attraverso un periodo di forma, coinciso con due sconfitte consecutive in Premier League.
Nel Gruppo F all’Emirates si sfidono Arsenal e Marsiglia, i Gunners che all’ultimo secondo in Francia hanno vinto contro i ragazzi di Deschamps, si giocano il match point di passare agli Ottavi di Finale matematicamente ma attenzione ai marsigliesi che sono a caccia di vendetta e con una vittoria (e una sconfitta dell’Olimpiakos) si qualificherebbero per la fase successiva.
restando dunque nel Gruppo F, Al BVB Stadion, il Borussia Dortmund ospita l’Olimpiakos. Una vittoria alimenterebbe le speranze dei tedeschi di restare in Europa nel prossimo 2012 , mentre l’impresa dei greci riaprirebbe il discorso qualificazione (sempre con la contemporanea sconfitta del Marsiglia). Un Girone, dunque, da seguire fino al fischio finale!. (Gabriele Florio)

IL PROGRAMMA di oggi in CHAMPIONS LEAGUE:
Zenit San Pietroburgo – Shakthar Donetsk (18)
Bate Borisov – Milan (18)
Apoel – Porto (20:45)
Viktoria Plzen – Barcelona (20:45)
Valencia – Bayer Leverkusen (20:45)
Genk – Chelsea (20:45)
Arsenal – Marsiglia (20:45)
Borussia Dortmund – Olimpiakos (20:45)

Speak Your Mind

*