Cellino esonera Donadoni. La decisione dopo l’amichevole del Cagliari con l’Arzachena

Massimo Cellino, focoso presidente del Cagliari, si conferma uno dei patron mangiallenatori del calcio italiano e a farne le spese, questa volta, è Roberto Donadoni. La decisione di esonerare il tecnico arriva poco dopo la fine dell’amichevole disputata dai sardi contro l’Arzachena (vinta per 5 a 1 dai rossoblu) e sancisce l’incrinatura che si era creata tra i due personaggi.
A due settimane dall’inizio della Serie A, Donadoni è il primo allenatore a dover fare le valige, lasciando in questo caso la squadra isolana. Il colpo di scena arriva alla fine di giorni di grande tensione tra il numero uno dei rossoblu e il mister bergamasco, in merito alla gestione del mercato, in particolare dell’affare Suazo.
L’attaccante, nativo dell’Honduras, dopo essersi allenato alcuni giorni con i sardi ha accettato l’offerta del Catania, una volta allontanato dal ritiro proprio da Massimo Cellino, deluso dallo stato di forma approssimativo mostrato dall’attaccante.
La decisione aveva irritato i tifosi (felici per il ritorno del loro bomber del cuore) e anche l’allenatore che non aveva per nulla nascosto la propria delusione, mostrando fiducia nelle possibilità di rinascita del giocatore dopo le esperienze poco significative con Inter, Genoa e Benfica. La goccia ha fatto traboccare il vaso che si è rotto oggi quando, poco dopo il test estivo con l’Arzachena, Cellino ha deciso di procedere all’esonero di Donadoni.
Si conosce già, anche se non è una notizia ufficiale, il sostituto dell’ex bandiera rossonera sulla panchina dei sardi: si tratta di Massimo Ficcadenti, a spasso dopo un’ottima stagione col Cesena, conclusasi con la conquista della salvezza. In attesa delle conferme, la presentazione del nuovo mister dovrebbe avvenire il prossimo 16 agosto nel centro sportivo di Assemini.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Speak Your Mind

*